La Top Ten dei 10 cibi da evitare

La Top Ten dei 10 cibi da evitare

L’alimentazione è un fatto culturale; attraverso essa ci nutriamo e con la nutrizione assumiamo le informazioni accumulate durante la produzione del cibo. Ecco perché una non corretta alimentazione, oltre a farci assumere elementi e composti non corretti, interrompe la buona connessione tra noi e la Natura che ci circonda. Così uno squilibrio nutrizionale provoca al nostro organismo scompensi che, a lungo andare, possono poi sfociare in patologie più o meno gravi. Ad es. troppo zucchero, troppo sale e troppi conservanti sono i tipici errori che commettiamo sia durante i pasti che al ristorante o al bar. Ecco perché, sempre nell’ottica di vedere l’alimentazione come l’assunzione di informazioni, una dieta varia, soprattutto basata su alimenti freschi, di stagioni ed a Km zero ci metterà nelle migliori condizioni di rendimento psicofisico. Secondo alcune ricerche condotte da dietologi ecco i 10 errori, che purtroppo spesso si fanno, che facciamo nella nostra alimentazione. Ecco i cibi che dovremmo evitare.

 

1. Cibi in scatola; questo perché il rivestimento di queste confetture è rivestito da Bpa, o Bisfenolo A, una sostanza anticorrosione tossica se assunta continuamente con un’alimentazione con prodotti inscatolati.
2. Zucchero bianco (saccarosio). È una molecola molto calorica che fa aumentare la pressione, incide notevolmente sul metabolismo creando seri problemi a fegato e cuore.
3. Bibite gasate; troppo utilizzate soprattutto dai giovani, questi alimenti sono ricchi di zuccheri, coloranti e dolcificanti artificiali; sono ipercaloriche e responsabili di carie, obesità e diabete. Il male che sta affliggendo gran parte della popolazione dei Paesi occidentali.
4. Sale di cucina (NaCl). È noto come una dieta ipersodica possa danneggiare tessuti e organi, soprattutto vasi sanguigni e cuore. L’OMS di recente ha consigliato di non superare la dose di 5 g al giorno.
5. Cibi grassi e fritti che, tanto e spesso vengono assunti soprattutto nei Fast Food, danneggiano le cellule. Tra l’altro gli acidi grassi trans in essi contenuti, accrescono la vulnerabilità della pelle ai raggi UV.
6. Succhi di frutta; queste bevande contengono mediamente sei cucchiaini di zucchero per ogni bicchiere; sono inoltre sono molto acidi, cosa che danneggia lo smalto dei denti e crea seri problemi a livello intestinale.
7. Carne rossa. Alimento da non demonizzare ma che va assunto con cautela ed equilibrio. L’eccesso di alimentazione con carni rosse provoca l’accumulo di L-Carnitina, una sostanza legata all’accumulo di depositi di grasso nei vasi sanguigni e che quindi può provocare ictus e infarto.
8. Soia. Alimento una volta sconosciuto nella dieta del mediterraneo. Quattro cucchiai al giorno di questo legume possono causare costipazione, aumento del peso e ipotiroidismo. Inoltre, oltre al fatto che buona parte di questo prodotto può essere OGM, contiene fitoestrogeni che possono causare tumori.
9. Zuppe pronte. Per il loro confezionamento vengono inseriti circa 900 mg di sodio a porzione. Per quanto detto prima il sodio in eccesso può provocare una serie di patologie.
10. Würstel; altro alimenti assunto particolarmente dai giovani, la maggior parte sono realizzati con ritagli di carne, soprattutto muscoli di pollo e manzo, mescolati con amido, sale e aromi per addensare e insaporire.

Guido Bissanti




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *