Come si coltiva la Catalpa

Come si coltiva la Catalpa

La Catalpa o albero dei sigari (Catalpa bignoniodies Walter) è una pianta originaria degli Stati Uniti centromeridionali e orientali, dove si trova in boschi di latifoglie in zone a clima temperato-caldo.
Questa pianta è stata poi introdotta in Europa nella prima metà del Settecento a scopo ornamentale e che si trova adesso anche allo stato spontaneo.
Le sue strutture riproduttive si hanno con la fioritura che avviene a tarda primavera: i fiori campanulato-imbutiformi, sono lunghi 5 cm e presentano corolla bianca e profumata, picchiettata di rosso e giallo; sono portati in pannocchie piramidali lunghe 15-20 cm.
I frutti sono capsule setticide lineari, pendenti, lunghe fino a 40 cm e larghe 1 cm, prima verdi poi bruno-nerastre, che rimangono appese alla pianta fino al tardo inverno; contengono numerosi semi brunastri.

Coltivazione –
La Catalpa è una pianta che predilige posizioni luminose e soleggiate ma che cresce altrettanto bene anche in posizioni a mezz’ombra o all’ombra completa. Questa pianta non teme il freddo e in genere sopporta bene anche gli inverni più rigidi o ventosi.
La messa a dimora di questa pianta va effettuata o nel periodo di ottobre-novembre o in quello primaverile tra febbraio ed aprile, prima che la pianta cominci a vegetare.
La moltiplicazione si può fare per seme in primavera oppure, sempre in primavera, per talea utilizzando delle porzioni di ramo semilegnose.
Prima dell’impianto invece delle giovani piantine si consiglia di porre nella buca che le ospiterà della sostanza organica ben umificata, dopo di ché vanno effettuate delle irrigazioni fino a quando l’apparato radicale non si sarà formato (cosa che si può vedere in proporzione con l’estensione della chioma).
Ogni anno poi, all’inizio della primavera ed all’inizio dell’autunno, è bene fornire alla pianta del concime organico ben maturo.
La Catalpa è una pianta che sopporta senza problemi anche brevi periodi di siccità; in generale è una pianta che si accontenta delle piogge e di annaffiature saltuarie, ma è bene fornire acqua in periodi di prolungata siccità durante i mesi primaverili ed estivi.
È una pianta che può crescere anche in suoli molto umidi, purché il terreno sia ben drenato.

Usi –
La Catalpa bignoniodies è una pianta che, oramai, si è diffusa nell’Europa meridionale come albero ornamentale (anche per viali) e in qualche caso è sfuggita alla coltivazione.
Viene utilizzata come specie ornamentale, grazie alle sue grandi foglie, alla ricca fioritura estiva e ai caratteristici lunghi baccelli (sigari).

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *