Bisabololo

Bisabololo

L’α-bisabololo, detto comunemente bisabololo, che nella terminologia IUPAC è: (R)-6-metil-2-((R)-4-metilcicloex-3-enil)ept-5-en-2-olo ed il cui nome alternativo è Levomenolo è un alcool naturale sesquiterpenico monociclico, con formula bruta o molecolare: C15H26O, che si forma per neutralizzazione con acqua del catione bisabolile.
Il bisabololo costituisce il componente principale (10-25%) dell’olio essenziale di camomilla derivato dai capolini freschi o essiccati.
Il bisabololo si può estrarre anche da altre piante, ed in particolare, si può ottenere per distillazione diretta dell’olio naturale dall’albero di Candeia (Vanillosmopsis Erythropappa), una pianta originaria del Brasile i cui fiori hanno un profumo molto simile alla vaniglia.
Il bisabololo possiede delle proprietà addolcenti e calmanti ben conosciute da secoli e perciò viene utilizzato in numerose medicazioni. Ha proprietà lenitive e disarrossanti; eliminando le infiammazioni cutanee, esplica effetto addolcente, utile soprattutto sulle pelli particolarmente delicate, irritate, danneggiate, esposte al sole e per le labbra screpolate.
Questo alcol naturale è caratterizzato in primo luogo dall’estrema tollerabilità cutanea.

Il bisabololo non può essere utilizzato tale e quale direttamente sulla pelle ma deve essere miscelato in una preparazione prima dell’applicazione: si aggiunge a freddo a fine preparazione durante il processo di realizzazione di emulsioni come creme dopo barba, creme lenitive e dopo-sole, balsami labbra, prodotti per la cura dei bambini e creme post-depilatorie.
Va inserito nella quantità dello 0,05-0,1% (10-20 gocce), ma si può arrivare all’1% in base alla forza lenitiva che si vuole imprimere al prodotto finale.
Riepilogando quindi le proprietà e gli utilizzi del bisabololo sono:
– Lentivo: grazie alla sua elevata tollerabilità cutanea, è usato in molto prodotti per pelli sensibili e per i bambini;
– Antinfiammatorio e addolcente: ha un potere calmante, efficace sulle pelli arrossate dal sole, dal vento o dal freddo. Protegge la cute irritata;
– Cicarizzante e riparatore: anche in piccoli dosi è molto efficace sulla pelle danneggiata, per esempio sulle labbra screpolate;
– Antifungino e antibatterico: utilizzato per prodotti anti-acne e per l’igiene orale;
– Depigmentante: agisce sui disordini della pigmentazione cutanea.

Avvertenza: le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *