Quando si pota il Corbezzolo

Quando si pota il Corbezzolo

Il corbezzolo (Arbutus unedo L., 1753) è un albero da frutto della famiglia delle Ericaceae ed è originario del bacino del Mediterraneo e costa atlantica fino all’Irlanda.
Il corbezzolo è una delle specie mediterranee meglio adatte agli incendi. Infatti sui terreni acidi l’incendio ripetuto favorisce il corbezzolo, capace di emettere rapidamente da terra nuovi turioni dopo il passaggio del fuoco, imponendosi sulle altre specie.
I frutti di questa pianta vengono chiamati corbezzole o talvolta albatre.
Prima di passare a stabilire l’epoca di potatura si ricorda che una stessa pianta ospita contemporaneamente fiori e frutti maturi, per il particolare ciclo di maturazione. Questo, insieme al fatto di essere sempreverde, lo rende particolarmente ornamentale, per la presenza sull’albero di tre vivaci colori: il rosso dei frutti, il bianco dei fiori e il verde delle foglie.

Epoca di potatura –
Il corbezzolo, oltre alla caratteristica di avere, in certi periodi dell’anno, contemporaneamente fiori e frutti maturi è una pianta che cresce lentamente e per questo motivo necessita di potature limitate nel tempo. Inoltre, se non si tratta di coltivazione di tipo produttivo e con sesti regolari è opportuno osservare bene dove si trova la pianta per deciderne di conseguenza le potature per mantenerne la forma e l’ingombro proporzionato alla posizione.
Il periodo più idoneo per la potatura del corbezzolo, anche in funzione della sua particolare fisiologia, è generalmente alla fine dell’inverno o all’inizio della primavera; in questo periodo si asportano i rami secchi o danneggiati dall’inverno, riducendo la chioma in modo da mantenerla compatta ma permeabile alla luce, così da mantenere una pianta sana e dall’aspetto gradevole. Si consiglia di eliminare anche i rami che toccano terra per migliorare l’aspetto della pianta. Per le piante in vaso, le potature saranno anche inferiori, data la minore crescita rispetto alla pianta in piena terra, ma senza dimenticare di rinnovare progressivamente tutta la pianta, per avere rami sempre verdi. Si ricorda che con potature continue e sostanziose, si riduce di molto il numero dei frutti, che impiegano una anno a maturare, ma anche dei fiori, che vengono portati sui rami dell’anno precedente. Per i dettagli della tecnica di potatura si può consultare la seguente scheda.
Ricordiamo, inoltre, che su piante più giovani, gli interventi di potatura solo effettuati per dare forma alla pianta.

Varietà –
Il corbezzolo, per le sue caratteristiche di pianta poco utilizzata per i frutti e più come ornamentale non annovera particolari varietà.
Comunque sarebbe possibile selezionare qualità con frutti più saporiti, come è stato fatto per il colore dei fiori; esiste infatti una varietà rubbia decisamente con fiori rosei ed anche frutti più colorati.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *