Come coltivare la Zygocactus

Come coltivare la Zygocactus

Al genere Zygocactus appartiene un’unica specie che è lo Zygocactus truncatus. Altre specie in passato che appartenevano a questo genere sono oggi inquadrate nei generi Schlumbergera o Epiphyllum.
Zygocactus truncatus (Haw.) K. Schum. è una pianta succulenta che appartiene alla famiglia delle Cactaceae,; si tratta di una pianta originaria del Brasile ed il suo nome deriva dal greco zygòs, giogo e da cactus per via dei suoi fusti congiunti.
La Zygocactus è una pianta epifita, che quindi in natura cresce sugli alberi; i suoi fusti sono composti da ramificazioni piatte e carnose, con areole ai margini e alla punta leggermente monca e da cui crescono nuove ramificazioni.
I fiori della Zygocactus sono di colore rosso, tubolari e molto vistosi, con fioritura invernale. Per questa ultima ragione questa pianta viene chiamata nel linguaggio comune “cactus di Natale”.
In questa scheda vedremo come coltivare la Zygocactus.

Per la coltivazione di questa pianta bisogna partire dalla predisposizione di un substrato idoneo che deve essere molto poroso e acido; per questo motivo va realizzato con torba, sabbia e terra di foglie.
Se coltivato in vaso, sul fondo va predisposto qualche centimetro di substarto drenante composto da ghiaia molto grossa o da perlite. Questo accorgimento eviterà il ristagno delle acque in eccesso.
Importante è poi la scelta della zona dove farlo crescere. La Zygocactus ha bisogno di posizione luminosissima, ma mai ai raggi diretti del sole.
Per quanto riguarda le temperature, si ricorda che in inverno dovrà essere esposta ad una temperatura non inferiore ai 10 °C in posizione molto luminosa in modo che si possa ottenere una buona fioritura.
Per di più, siccome questa è una specie a “giorno breve”, si deve avere l’accortezza di lasciare che resti al buio almeno per dodici ore.
Le irrigazioni vanno poi effettuate lasciando che tra una e l’altra la parte superficiale del substrato si asciughi per evitare l’insorgere di marciumi purtroppo frequenti in molte piante grasse, se non curate con attenzione.
Infine la tecnica della moltiplicazione. Questa operazione va effettuata in primavera e va operata per talea tagliando i giunti che si dovranno mettere a radicare in sabbia pura e mantenuta sempre leggermente umida.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *