Ruolo del cloro nelle piante

Ruolo del cloro nelle piante

Il cloro (Cl) è un microelemento indispensabile per la crescita delle piante ma che queste assorbono in quantità veramente minime e come ione Cl-. Vediamo in generale qual è il ruolo del cloro nelle piante, quali processi sovraintende ed i casi di eccesso o carenza. Diciamo subito che viste le ridotte necessità della pianta nei riguardi di questo elemento se la presenza di cloro supera i quantitativi necessari può esercitare un’azione tossica. La prima e più importante funzione che il cloro svolge è quella relativa alla fotolisi dell’acqua all’interno dei cloroplasti, durante il processo di fotosintesi; inoltre il cloro agisce anche come legante temporaneo per la stabilizzazione degli ossidi di manganese. Altra importante funzione scolta dal cloro che concerne gli importanti processi che regolano l’apertura e la chiusura degli stomi.

Nelle condizioni pedologiche ed agronomiche ordinarie, generalmente il contenuto in cloro nei suoli è più che sufficiente; se poi consideriamo gli apporti che provengono dalle acque di irrigazione, pioggia, scorie presenti nei concimi, antiparassitari ed inquinamento atmosferico, si comprende come sia difficile che si verifichino nel suolo carenze di questo elemento.
Quando si verificano le eventuali deficienze di cloro (che sono molto rare) queste portano ad una riduzione della superficie delle foglie (dovuta ad una inibizione della divisione cellulare), con i tessuti che assumono un colore clorotico o bronzato per poi andare incontro ad un processo di necrosi. In questi casi i germogli e gli apici vegetativi sono più fragili e si rompono molto facilmente. Tutti questi sintomi scompaiono abbastanza velocemente trattando le piante, possibilmente con cloruro di potassio.
Sono invece più probabili gli eccessi di cloro sia in prossimità di aree marine o sottoposte ai venti salmastri o per apporti esterni legati alle acque di irrigazione (soprattutto quelle salmastre), ai fertilizzanti che lo contengono come impurità. Normalmente gli eccessi di cloro vanno a sommarsi con quelli dovuti al sodio (provenienti dal cloruro di sodio) e con complessa diagnosi.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *