Sageraea laurina

Sageraea laurina

La Sageraea laurina o laurifolia (Sageraea laurina Dalzell) è una specie arborea appartenente alla famiglia delle Annonaceae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al:
Dominio Eukaryota,
Regno Plantae,
Divisione Magnoliophyta,
Classe Magnoliopsida,
Sottoclasse Magnoliidae,
Ordine Magnoliales,
Famiglia Annonaceae,
Genere Sageraea,
Specie S. laurina.
Sono sinonimi i termini:
– Bocagea dalzellii Hook.f. & Thomson;
– Guatteria laurifolia J.Graham;
– Sageraea laurifolia (J.Graham) Blatt..

Etimologia –
Il termine Sageraea è di provenienza incerta.
L’epiteto specifico laurina viene da Laurus (assonante con il celtico lauer sempreverde e con il sanscrito daru albero, nome latino del lauro o alloro, pianta sacra ad Apollo) alloro: per via delle foglie che ricordano l’alloro.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
La La Sageraea laurina è una pianta originaria dell’Asia dell’Est e, in particolar modo, dell’ India meridionale; è endemico della regione del Ghati occidentale, raro nel Sahyadri meridionale e occasionale nel Malanad settentrionale del Sahyadri centrale fino alla costa di Konkan.
Il suo habitat è quello del sottobosco in foreste umide e sempreverdi ad altitudini comprese tra 200 e 600 metri.

Descrizione –
La Sageraea laurina è un albero di medie dimensioni che può raggiungere un’altezza di 12 m.
Ha una corteccia irregolarmente ondeggiante di colore marrone chiaro.
I rami sono sottili e glabri.
Le foglie sono semplici, alterne, distiche; il picciolo è di 0,5-1,3 cm robusto; la lamina misura 10-30 x 3-10 cm, di forma da stretta oblunga a ellittica stretta, con apice da acuto a gradualmente acuminato o ottuso, base acuta, glabra, margine intero; nervature secondarie in 8-13 paia e nervature terziarie reticolate.
I fiori sono color crema, solitari o a grappolo, che si formano sui rami più vecchi con pedicello allungato.
I frutti sono delle bacche in grappoli, globose, subsessili, fino a 4 cm di diametro.

Coltivazione –
La Sageraea laurina è un albero sempreverde che viene raccolto in natura per uso locale come medicinale e fonte di legno.
Cresce nel suo habitat naturale dove le popolazioni locali lo utilizzano per varie preparazioni o per l’utilizzo del legname.
La propagazione abitualmente avviene per seme.

Usi e Tradizioni –
La Sageraea laurina è una pianta endemica dell’India e conosciuta in malayalam come കാനക്കൈത(kanakkaita) o മഞ്ഞനാര(mannanara).
Questa specie fu descritta da Nicol Alexander Dalzell.
Questa pianta viene utilizzata in campo medicinale.
Le foglie sono usate nella cura dei reumatismi.
Tra gli altri usi si ricorda che il legno, di colore giallo chiaro, a volte rosso, è a grana uniforme, piuttosto pesante, duro, tenace ed elastico. Questo viene utilizzato per vari scopi ed utile per l’ebanisteria e quindi nella realizzazione di mobili di diversa fattura.
Purtroppo questa pianta è classificata come “quasi minacciata” nella Lista rossa IUCN delle specie minacciate.

Modalità di Preparazione –
La Sageraea laurina appartiene a quelle piante il cui utilizzo è legato soprattutto alle abitudini delle popolazioni locali che ne raccolgono alcune parti per vari scopi e fini.
Questa pianta trova impiego nella medicina tradizionale delle popolazioni locali per la cura dei reumatismi.
Si utilizzano le foglie che vengono raccolte per l’uso e preparate secondo varie modalità

Guido Bissanti

Fonti
– Acta Plantarum – Flora delle Regioni italiane.
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Useful Tropical Plants Database.
– Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.
– Pignatti S., 1982. Flora d’Italia, Edagricole, Bologna.
– Treben M., 2000. La Salute dalla Farmacia del Signore, Consigli ed esperienze con le erbe medicinali, Ennsthaler Editore.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, non rappresentano in alcun modo prescrizione di tipo medico; si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.
Fonte foto:
https://indiabiodiversity.org/species/show/17990




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.