Larus canus

Larus canus

La Gavina eurasiatica (Larus canus, Linneus 1758) è un uccello appartenente alla famiglia dei Laridae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al:
Dominio Eukaryota,
Regno Animalia,
Phylum Chordata,
Classe Aves,
Ordine Charadriiformes,
Famiglia Laridae,
Genere Larus
Specie L. canus.
A questa specie appartengono alcune sottospecie:
– Larus canus canus;
– Larus canus heinei;
– Larus canus kamtschatschensis;
a queste dovrebbe unirsi una quarta sottospecie e cioè:
– Larus canus brachyrhynchus. Per alcuini autori questa sottospecie è considerata una specie separata (Gavina d’Alaska, L. brachyrhynchus Richardson 1831) e sono in corso degli approfondimenti per comprendere se le sottospecie sono tre o soltanto due.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
La Gavina eurasiatica è un gabbiano di medie dimensioni che si riproduce nelle zone Paleartiche, nel nord Europa e nel nord-ovest del Nord America.
Il suo areale comprende tutta l’Europa, gran parte dell’Asia (è raro solo in Indonesia e parte dell’Indocina) e Nord America (è più rara sul versante atlantico); è presente anche nella parte settentrionale e nord-occidentale dell’Africa. È saltuario nel sud della Penisola Arabica, in Groenlandia e sulle isole dell’Atlantico centro-settentrionale.
La sua nidificazione avveie nelle Isole Britanniche, Scandinavia, coste del Baltico e del Mar Bianco.
In Italia è presente la specie nominale, nidificante, inoltre nell’Adriatico settentrionale è stata rinvenuta la sottospecie heinei o Gavina siberiana, svernante nel Mediterraneo orientale.

Descrizione –
Il Larus canus è un gabbiano con una lunghezza di 39-45 cm ed un’apertura alare di 103-121 cm.
Non presenta dimorfismo sessuale e si riconosce per avere, in abito nuziale il dorso superiormente di colore grigio come pure la maggior parte della parte superiore delle ali che hanno le estremità nere con degli “specchi” bianchi.
La testa e le restanti parti del corpo, compresa la coda, sono di colore bianco.
Il becco è di colore giallo e le zampe giallo-verdi.
Giunti nel periodo invernale gli adulti assumono una fine screziatura grigia su tutto il capo e il becco ha una sottile banda nera; le restanti parti del corpo restano come nell’abito estivo.
I giovani hanno invece un piumaggio prevalentemente marrone superiormente e sul petto con macchiettature scure e bordature delle penne più chiare. In questi il becco è più giallo marrone con apice nerastro. Le zampe sono rosso marrone.
Questa livrea va cambiando gradualmente con gli anni fino ad assumere qualella definitiva degli adulti.

Biologia –
Il Larus canus è una specie tipicamente gregaria al di fuori del periodo riproduttivo. Si osserva facilmente sia in volo (piuttosto lento e senza scarti) che posata. Si associa frequentemente ad altri laridi, soprattutto col gabbiano comune e gabbiano reale mediterraneo.
La riproduzione avviene in colonie vicino all’acqua o nelle paludi, costruendo un nido sul terreno o su un alberello; la dimensione della colonia varia da 2 a 320 o anche più coppie. Di solito vengono deposte tre uova (a volte solo una o due); le uova si schiudono dopo 24–26 giorni; i pulcini sono pronti per involarsi dopo 30–35 giorni.

Ruolo Ecologico –
La Gavina eurasiatica, come la maggior parte dei gabbiani, è una specie onnivora che si nutre di piccole prede.
Allo stato attuale si stima che la popolazione mondiale sia di circa un milione di coppie; risultano più numerosi in Europa, con oltre la metà (forse fino all’80-90%) della popolazione mondiale. Al contrario, la popolazione dell’Alaska è solo di circa 10.000 coppie.
Secondo la IUCN red list questo volatile, pur se sta riscontrando, al pari di altre specie, una riduzione degli habitat è, al momento, a minima preoccupazione.

Guido Bissanti

Fonti
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– C.Battisti, D. Taffon, F. Giucca, 2008. Atlante degli uccelli nidificanti, Gangemi Editore, Roma.
– L. Svensson, K.Mullarney, D. Zetterstrom, 1999. Guida agli uccelli d’Europa, Nord Africa e Vicino Oriente, Harper Collins Editore, Regno Unito.

Link per acquistare su Amazon



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *