Acido Crisofanico

Acido Crisofanico

L’acido crisofanico o metilantrachinone, conosciuto anche con i nomi di crisofanolo o rumicina, è un chinone.
L’acido crisofanico è un composto organico che è contenuto soprattutto nel rabarbaro cinese (Rheum palmatum L., 1759) ed altre specie di rabarbaro e nella cascara sagrada (Rhamnus purshiana DC.), nell’Aloe arborescens (Aloe arborescens Mill., 1768) e nella Romice crespa (Rumex crispus L.).
L’acido crisofanico si ottiene anche per ossidazione della crisarobina.
L’acido crisofanico si presenta come una polvere cristallina, di colore giallo oro, inodore, insolubile in cloroformio, benzene ed etere.
Questo composto organico ha proprietà purgative e antiparassitarie. Assieme al derivato sintetico crisofanato di bismuto, è stato adoperato in passato nel trattamento di alcune malattie della pelle.

Avvertenza: le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Acquisto suggerito



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *