Riproduzione dell’Abete del Caucaso

Riproduzione dell’Abete del Caucaso

L’abete del Caucaso (Abies nordmanniana (Steven) Spach) è una conifera sempreverde, della famiglia delle Pinaceae, originario delle montagne a sud e ad est del Mar Nero, in Turchia, Georgia e nel Caucaso russo.

Habitat idoneo di riproduzione –
L’abete del Caucaso è distribuito in un’area che comprende il Caucaso, le coste del Mar Nero e l’Anatolia. Questo albero cresce ad altitudini comprese tra i 200 e i 1.200 m s.l.m. ed è abbastanza rustico, sopportando alte umidità e temperature invernali inferiori ai -25 °C. In primavera questo abete ha una ripresa vegetativa ritardata.

Propagazione –
Per la propagazione di questa pianta si tenga conto che preferisce un buon terreno umido ma non impregnato d’acqua.
Cresce bene in terreni argillosi pesanti. Le piante sono molto tolleranti all’ombra, specialmente quando sono giovani, ma la crescita è più lenta in zone d’ombra densa.
È intollerante all’inquinamento atmosferico e preferisce suoli leggermente acidi fino a un pH di circa 5 anche se tollera condizioni più alcaline rispetto a molti altri membri del genere.
Inoltre, una volta riprodotta, preferisce crescere su un pendio esposto a nord e in zone con estati fresche e umide.
L’ Abies nordmanniana è una conifera che si può propagare per seme. Per la sua riproduzione si deve seminare alla fine dell’inverno, preferibilmente in una serra, oppure all’aperto all’inizio della primavera.
Questa pianta produce semi con una germinazione spesso scarsa che di solito richiede circa 6 – 8 settimane.
Per una migliore germinazione è opportuno che i semi vengano trattati con una stratificazione fredda, anche chiamata vernalizzazione; dopodiché si consiglia di seminare il seme in bancali non riscaldati una volta che hanno raggiunto la maturità germinativa.
Di norma il seme rimane vitale fino a 5 anni se è ben conservato.
Dopo la germinazione, quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si consiglia di piantarle in vasi individuali e farle crescere almeno per il loro primo inverno in vaso.
Il trapianto va poi effettuato, nella posizione definitiva, in tarda primavera o all’inizio dell’estate e comunque dopo le ultime gelate previste.
In alternativa, se si dispone di seme sufficiente, è possibile seminare in semenzaio all’aperto.

Ecologia –
L’abete del Caucaso è una conifera che anche se si trova ad altitudine più elevate è l’unica specie di Abies mediterranea presente anche a livello del mare.
Ricopre un interesse notevole tra quelle coltivate come alberi di Natale, essendo favorito per il suo fogliame attraente, con aghi non appuntiti e che non cadono facilmente quando l’albero si secca.
Viene coltivato anche come albero ornamentale popolare nei parchi e nei grandi giardini.
In Europa, l’albero è stato utilizzato anche per la riforestazione come un modo per mitigare il previsto declino delle foreste causato dai cambiamenti climatici.
Questa pianta ha un legno morbido e bianco che viene utilizzato per la costruzione generale, impiallacciatura, compensato e nell’industria della carta.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.