Macerato di pomodoro

Macerato di pomodoro

Il macerato di pomodoro rientra tra gli antiparassitari naturali che possono essere preparati in azienda o per i piccoli orti.
Il macerato di pomodoro è un antiparassitario naturale che agisce contro alcuni insetti come gli afidi, cavolaie, ed altri.
L’effetto del macerato di pomodoro è dovuto ad alcune sostanze contenute nel pomodoro, tra le quali la solanina, che è un alcaloide glicosidico che la pianta sfrutta come difesa naturale contro funghi e insetti. Questa sostanza è presente in ogni parte della pianta, e le parti che ne contengono di più sono le foglie, i fusti e i frutti non ancora maturi.
Si ricorda che la solanina, ha un certo grado di tossicità, da qui l’azione antiparassitaria naturale del macerato di pomodoro. La maggiore concentrazione di solanina si ha nelle parti verdi della pianta (non commestibili) e nei frutti immaturi.
La tossicità del frutto maturo è invece bassissima, e nell’uomo viene completamente smaltita dagli apparati digerente e urinario nell’arco di una giornata.

Preparazione –
La preparazione del macerato di pomodoro è molto facile.
Per la preparazione bisogna utilizzare 2,5 kg di foglie, quali femminelle o scarti di potatura; queste vanno tagliate finemente e lasciate macerare in 10 lt d’acqua per 3 giorni.
Per la macerazione è opportuno utilizzare un vaso di terracotta (o al più plastica dura), evitando contenitori in metallo.
Durante la macerazione, inoltre, il contenitore deve essere mantenuto aperto, cosa che serve per poter ossigenare il composto e quindi favorire la macerazione. Di tanto in tanto il composto va mescolato, per poter meglio sprigionare gli effetti positivi.
Il macerato così ottenuto va adeguatamente filtrato, utilizzando, come al solito, se non si ha altro materiale, dei sacchi di iuta, e diluito in ulteriori 10 lt acqua.
Il prodotto può anche essere conservato in bottiglie di vetro di colore scuro, o in contenitori a chiusura ermetica. Il periodo di conservazione, inoltre, non deve essere troppo lungo, 2 o 3 mesi al massimo.
Questa preparazione è particolarmente efficace contro gli afidi e gli insetti fitofagi, cioè che si nutrono delle foglie, quali ad esempio la cavolaia.

Modalità di uso –
Il macerato di pomodoro, con la sua azione repulsiva, evita che gli insetti attacchino la pianta. Viste le proprietà degli alcaloidi, però, il macerato di pomodoro può essere utilizzato anche per contatto, ad infestazione in corso. Questo lo rende un rimedio utile, non avendo fitotossicità per l’uomo e gli insetti utili dell’orto, quali gli impollinatori e i predatori naturali.
L’uso del macerato, dopo l’accurato filtraggio, va fatto poi nelle ore serali e fresche della giornata. Questa accortezza è ancora più necessaria nel periodo estivo, poiché il sole aumenta la degradazione del macerato diminuendone l’efficacia.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *