Cyperus longus

Cyperus longus

Lo Zigolo comune (Cyperus longus L.) è una specie erbacea acquatica appartenente alla famiglia delle Cyperaceae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Plantae, Divisione Magnoliophyta, Classe Liliopsida, Ordine Cyperales, Famiglia Cyperaceae e quindi al Genere Cyperus ed alla Specie C. longus.
Sono sinonimi i termini:
– Cyperus bardii nom. Ill.;
– Cyperus brachystachys (Hook.f.) Andersson.;
– Cyperus fenzelinus Steud.;
– Cyperus loadius Desf.;
– Cyperus longus L. subsp. badius (Desf.) Murb.;
– Cyperus myriostachys Ten..

Etimologia –
Il termine Cyperus proviene dal greco κύπειρος cýpeiros giunco con spigoli, cipero, papiro.
L’epiteto specifico longus viene dal latino e significa lungo: allungato, solitamente per il portamento.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
Lo zigolo comune è una specie a distribuzione paleo temperata ed è diffuso in Europa, Nord Africa e in Asia centro-occidentale.
In Italia è presente in tutte le regioni.
Il suo habitat di crescita è nelle zone umide, lungo i fossi, in acque stagnanti, sulle sponde di laghi e paludi, dal livello del mare ai 1300 m circa.

Descrizione –
Il Cyperus longus è una pianta palustre, perenne, sempreverde, alta fino a 1,20 metri, costituita da alti fusti che terminano con chiome a forma di ombrello.
In estate si sviluppano infiorescenze ramificate di colore marrone.
Il periodo di fioritura va da Giugno a Settembre.
Le spighe sono lineari di 7-10 x 1 mm, 15-25flore, bruno-rossastre, a volte un poco falciformi, riunite in mazzetti di 3-10; glume distiche, embricate ovate o ellittiche, ottuse, a volte mucronate, membranacee, bruno-rossicce con banda centrale verdastra, carenata, con 5-7 nervi. Acheni trigono-ellissoidi di 1-1,5 x 0,5 mm, obovoidi, nerastri o bruno-nerastri.

Coltivazione –
Il Cyperus longus è una pianta a crescita rapida, e per questo adatta per laghetti medio-grandi e per impianti di fitodepurazione.
Le piante vanno poste ad una profondità di impianto, tra rizoma e pelo dell’acqua, da 0 a -20 cm
Preferisce una esposizione in pieno sole e resiste a temperature molto rigide (circa -15 °C).
Preferisce, inoltre un terriccio sabbioso umido e riesce in qualsiasi buon terreno da giardino purché non si asciughi.
La propagazione può avvenire per seme, con semina da effettuare in superficie in primavera mantenendo umido il suolo. Il seme di solito germina in 2-6 settimane a 18 °C.
Le piante si possono far crescere per il loro primo inverno in una serra, trapiantandole poi in tarda primavera dopo le ultime gelate previste.
Altro metodo di propagazione ò essere per divisione da effettuare in primavera o in autunno. La divisione è semplice in quasi tutti i periodi dell’anno, a condizione che le radici non si secchino; con questa tecnica le pianta vanno piantate direttamente nelle loro posizioni permanenti.

Usi e Tradizioni –
Il Cyperus longus è conosciuto con vari nomi, come Cipero maggiore, Quadrelli, Zigolo comune o giunco odorato in Italia, Juncia loca in lingua spagnola o Galingale in inglese.
Il Cyperus longus è una pianta presente in natura, usato per fitodepurazione o come pianta ornamentale, che in certi Paesi viene raccolta per uso locale come cibo, medicina e fonte di materiali.
Il rizoma è commestibile previa cottura.
In passato il tubero dello zigolo veniva usato tostato come surrogato del caffè.
In passati era una delle spezie preferite della cucina medievale ed era un ingrediente del “pokerounce”, una specie di toast medievale alla cannella.
Attualmente è usato raramente. Sia la radice che il gambo hanno un dolce profumo simile al muschio, simile a quello della violetta ma non così puro. L’aroma diventa più fragrante con l’età e se invecchiata.
Per uso medicinale la radice è un tonico aromatico. Un tempo era considerato un buon rimedio intestinale, utile nelle prime fasi dell’idropisia, ma ora è caduto in disuso.
Tra gli altri usi, le foglie sono utilizzate in vimini e per tessere cappelli, stuoie, ecc..
La radice e il gambo, che come detto profumano di violetta, sono usati in profumeria.
Una fibra ottenuta dalla pianta viene utilizzata nella fabbricazione della carta.

Modalità di Preparazione –
Il Cyperus longus, oltre che per usi medicinali ed altri di tipo artigianale o industriale, può trovare impiego in cucina.
Il rizoma è commestibile e, previa cottura, può essere usato come spezia in zuppe, torte e dolci.

Guido Bissanti

Fonti
– Acta Plantarum – Flora delle Regioni italiane.
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Useful Tropical Plants Database.
– Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.
– Pignatti S., 1982. Flora d’Italia, Edagricole, Bologna.
– Treben M., 2000. La Salute dalla Farmacia del Signore, Consigli ed esperienze con le erbe medicinali, Ennsthaler Editore.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, non rappresentano in alcun modo prescrizione di tipo medico; si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *