Plecotus austriacus

Plecotus austriacus

L’orecchione meridionale o orecchione grigio (Plecotus austriacus J. Fischer, 1829) è un pipistrello appartenente alla famiglia dei Vespertilionidae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Animalia, Phylum Chordata, Classe Mammalia, Superordine Laurasiatheria, Ordine Chiroptera, Sottordine Microchiroptera, Famiglia Vespertilionidae, Sottofamiglia Vespertilioninae e quindi al Genere Plecotus ed alla Specie P.austriacus.
Sono sinonimi i termini:
– P. breviceps;
– P. hispanicus;
– P. kirschbaumii.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
L’orecchione meridionale è un pipistrello diffuso in Europa ed è presente precisamente nell’area centrale e meridionale (a N sino alla Gran Bretagna meridionale e all’incirca sino al 53° parallelo) ed attraverso il Caucaso arriva nell’Asia paleartica, grosso modo tra il 35° e il 45° parallelo, sino al Pakistan settentrionale, al Kashmir, alla Mongolia e alla Cina occidentale; Canarie, Capo Verde, Africa occidentale (Senegal), Africa mediterranea, Africa orientale (verso S fino almeno a 06° 40’ di latitudine N, in Eritrea); è, inoltre, presente nelle Baleari, in Corsica, Isole Maltesi, Creta e Cipro.
In Italia è presente su quasi tutto il territorio, compresa la Sicilia mentre non si hanno notizie per la Sardegna.

Descrizione –
Il Plecotus austriacus è un pipistrello di dimensioni minori con una lunghezza testa-corpo di 41-58 mm, lunghezza della coda di 37-55 mm, apertura alare di 25,5-29,2 cm, lunghezza del piede di 7-10 mm, lunghezza delle orecchie di 37-42 mm e per un peso di 5-13 grammi.
Si riconosce per avere una pelliccia lunga e soffice. Le parti dorsali sono di colore grigio scure con la punta dei peli più scura, mentre le parti ventrali sono grigiastre, talvolta con dei riflessi giallastri. La base dei peli è ovunque nerastra. Il muso si presenta conico e ricoperto completamente di peli scuri. Le orecchie sono enormi, rispetto al corpo, di forma ovale, nerastre, unite sulla fronte da una sottile membrana cutanea. Il trago è lungo circa la metà del padiglione auricolare, affusolato e con l’estremità smussata. Le membrane alari sono bruno-grigiastre scure. Le dita dei piedi sono di colore marroni scure, cosparse di corti peli brunastri e munite di artigli corti. La coda è lunga ed inclusa completamente nell’ampio uropatagio.
Questo pipistrello emette ultrasuoni ad alto ciclo di lavoro sotto forma di impulsi di breve durata a frequenza modulata iniziale di 45 kHz e finale di 20 kHz.

Biologia –
L’orecchione meridionale si accoppia nel periodo che va da settembre a metà ottobre e le femmine partoriscono un solo piccolo alla volta nel periodo che va da metà a fine giugno. L’aspettativa di vita di questo pipistrello può arrivare fino a 25 anni e mezzo.

Ruolo Ecologico –
Il Plecotus austriacus trova rifugio nel periodo estivo sotto i tetti e più raramente all’interno di grotte ed altre cavità sotterranee.
Nel periodo invernale invece preferisce cavità sotterranee naturali o artificiali a temperature di 2-9 °C, relativamente più calde rispetto all’orecchione comune dove forma piccoli gruppi di 2-5 individui oppure sverna solitariamente.
Questo mammifero forma vivai di 10-30, fino a 100 femmine. È una specie sedentaria con spostamenti massimi di 62 km tra i siti invernali ed estivi.
Si nutre prevalentemente di insetti ed in particolar modo di lepidotteri nottuidi e in misura minore di ditteri.
Secondo la IUCN Red List, considerato il vasto areale e la popolazione presumibilmente numerosa, sebbene alcune popolazioni siano soggette ad un declino, il Plecotus austriacus viene classificato come specie a rischio minimo.

Guido Bissanti

Fonti
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Gordon Corbet, Denys Ovenden, 2012. Guida dei mammiferi d’Europa. Franco Muzzio Editore.
– John Woodward, Kim Dennis-Bryan, 2018. La grande enciclopedia degli animali. Gribaudo Editore.

Link per acquistare su Amazon




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *