Parco nazionale delle Calanques

Parco nazionale delle Calanques

Il Parco nazionale delle Calanques il cui Codice WDPA è: 555559618 è un parco nazionale francese.
Il Parco nazionale delle Calanques è nato il 18 aprile 2012, giorno in cui è stato firmato il Decreto ed ha una estensione della parte su terra ferma di 8.500 ettari e dislocato in 3 comuni (Marsiglia, Cassis e La Ciotat).
La parte marina è estesa 43.500 ettari.
L’area di adesione è di 2.630 ettari, con 3 comuni (Marsiglia, Cassis e La Penne-sur-Huveaune) mentre l’area marina adiacente è di 97.800 ettari.
Parco nazionale delle Calanques è il solo parco nazionale allo stesso tempo terrestre, marino e periurbano dell’Europa, il solo parco nazionale continentale, insulare e marino in ambiente mediterraneo, il primo parco nazionale creato nella Francia metropolitana dopo il 1979, con gli ultimi tre Parchi nazionali creati tutti collocati oltremare il 10° parco nazionale francese.
Il Parco nazionale delle Calanques è, inoltre, il più giovane parco nazionale francese, protegge l’area dei Calanchi di Marsiglia, nel dipartimento delle Bouches-du-Rhône, caratterizzata da una ricca biodiversità, ma anche da una forte tradizione culturale che testimonia il secolare modo di vivere mediterraneo. Esso è situato alle porte di Marsiglia, risultando il primo parco nazionale con carattere di parco periurbano d’Europa.
L’istituzione del parco è avvenuta dopo una dozzina d’anni di lavori preparatori e tre anni di concertazione con gli attori locali attraverso il Gruppo d’interesse pubblico delle calanques.
L’obiettivo del Parco nazionale delle Calanques è quello di proteggere dei massicci litoranei con un vasto spazio marino antistante che include l’intera piattaforma continentale. Situato in una delle aree più aride e ventose della Francia metropolitana, il paesaggio del parco è composto di falesie monumentali a picco sul Mar Mediterraneo e comprende 31 ecosistemi terrestri che ospitano 140 specie protette (tra cui l’Aquila di Bonelli) e 14 ecosistemi marini in cui vivono oltre 40 specie protette (tra cui cernie e diverse specie di delfini e tartarughe marine).

Flora –
Ad oggi l’inventario della flora del Parco nazionale delle Calanques elenca quasi 460 specie di piante. Questo erbario costituisce una fonte di informazioni molto interessante per l’inventario e l’identificazione della flora che può essere osservata nel perimetro allargato del parco delle Calanques.
Tra queste specie ricordiamo: Aira provincialis, Allium Chamaemoly, Allium nigrum, Allium trifoliatum, Anagyris foetida, Anemone coronaria, Anemone palmata, Anthemis secundiramea, Anthyllis barba-jovis, Anthyllis cytisoides, Artemisia caerulescens subsp. gallica, Asplenium marinum, Asplenium petrarchae, Asplenium sagittatum, Astragalus tragacantha, Cephalanthera damasonium, Cephalanthera longifolia, Cephalanthera rubra, Cerastium siculum, Ceratonia siliqua, Chamaerops humilis, Ephedra dystachya, Gouffeia arenarioides, Hedysarum spinosissimum, Helianthemum syriacum, Iberis stricta, Lavatera maritima, Limodorum abortivum, Limonium pseudominutum, Mesembryanthemum nodiflorum, Ophrys apifera, Ophrys arachnitiformis, Ophrys araneola, Ophrys gr. fuciflora, Ophrys lupercalis, Ophrys lutea lutea, Ophrys massiliensis, Ophrys passionis, Ophrys provincialis, Orchis coriophora subsp. fragans, Orchis morio, Orchis mascula subsp. olbiensis, Orchis purpurea, Orchis robertiana, Pancratium maritimum, Plantago subulata, Sedum litoreum, Senecio leucanthemifolius subsp. crassifolius, Silene sedoides, Spergula diandra, Stachys maritima, Teucrium fruticans, Teucrium polium spp. purpurascens e Thymelaea tartonraira subsp. tartonraira.
Alcune di queste specie, secondo l’IUCN, sono minacciate da pericolo di estinzione.

Fauna –
La fauna del Parco nazionale delle Calanques comprende 140 specie terrestri animali e vegetali protette; 60 specie marine.
Durante un’escursione nelle insenature, è possibile imbattersi in alcuni uccelli, insetti o animali.
Nel 2019, sono state descritte 12 specie di rettili nelle insenature di Marsiglia. È importante notare che nessuno di loro rappresenta un pericolo per i visitatori. Gli animali delle insenature non sono velenosi.
Nei cieli si possono avvistare l’aquila bonellie, falchi pellegrini e gheppi sparpagliati contro una scogliera; si possono inoltre osservare i pulcinella di mare o i pulcini di mare del Mediterraneo.
Infine, anche l’uccellino azzurro, il gufo e il pipistrello popolano le insenature.
Nell’acqua vivono ragni, aragoste e cicale di mare e possiamo anche trovare specie in via di estinzione come la cernia marrone, il corb (anche chiamato il corvo del mare), il dentato o persino il cavalluccio marino.
A volte tartarughe e delfini passano dalle insenature ma è oramai raro.
Il parco un tempo ospitava le foche monache ma la specie è ormai estinta. L’ultimo fu ucciso vicino a Marsiglia nel 1940.

Guido Bissanti




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *