Parco nazionale del Fiordland in Nuova Zelanda

Parco nazionale del Fiordland in Nuova Zelanda

Il Parco nazionale del Fiordland è un parco nazionale della Nuova Zelanda, che si trova nella regione del Fiordland, nella parte sud-occidentale dell’Isola del Sud.
Questo parco ha una estensione di 12.500 chilometri quadrati ed è il più grande parco nazionale neozelandese che, insieme ai parchi nazionali (Aoraki/Mount Cook, Mount Aspiring e Westland Tai Poutini), è stato inserito nel 1990 nell’elenco dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. I quattro parchi sono raggruppati sotto il nome collettivo di Te Wahipounamu.
Parco nazionale del Fiordland presenta una particolare conformazione geografica: in seguito alle ultime ere glaciali, i ghiacciai hanno causato la deformazione della costa portando alla creazione dei fiordi o addirittura di alcune piccole isole. Secretary Island e Resolution Island ne sono un esempio.
La costa si presenta quindi molto scoscesa, con i fiordi che partono dalle vallate della parte più meridionale della catena montuosa delle Alpi meridionali fino al mare. Nella zona più settentrionale del parco troviamo delle alture che superano i 2.000 metri d’altezza.
All’interno del parco nazionale del Fiordland troviamo numerosi laghi, tra cui il lago Te Anau, e le cascate Sutherland Falls (580 metri) e Browne Falls, tra le più alte del mondo.

Fauna –
La fauna del parco è estremamente varia. Qui si possono trovare, fra le altre specie, delfini, foche, topi, uccelli, lepri e cervi. Fra gli uccelli, il parco ospita il rarissimo kakapo (Strigops habroptila) e il kiwi bruno (Apteryx australis), uccelli endemici della Nuova Zelanda.

Flora –
A causa dei venti che sono prevalentemente occidentali si generano particolari condizioni climatiche che producono un’incredibile quantità di piogge, oltre 7 metri l’anno in molte parti del parco. Queste piogge favoriscono le lussureggiante vegetazione della foresta pluviale nell’ecoregione del Fiordland.
Questo paesaggio comprende quindi antiche foreste pluviali ancora incontaminate.
I Maori furono il primo popolo che scoprì la generosità del Fiordland in Nuova Zelanda. Da allora l’uomo ha apprezzato la bellezza.
Infatti nel 1986, questa regione ottenne lo status di patrimonio dell’umanità per la sua bellezza naturale mozzafiato. Il suo fascino eccezionale ed un ruolo significativo nella storia evolutiva della terra.
Le foreste comprendono Milford, Dusky e Doubtful Sounds. Milford Sound è da molti considerata l’ottava meraviglia del mondo.
Importante è la foresta pluviale di Waitutu.
Waitutu è una delle foreste pluviali che copre circa 45.000 ettari della regione sud-orientale. Fa parte del Parco nazionale di Fiordland ed è uno dei più grandi tratti di foresta vergine intatta da millenni.
Una serie di terrazzamenti marini sagomati sono stati scavati dall’erosione. La foresta è un mix di legno duro, distese di faggeti, contiene la più grande bio diversità di Podocarpus del Fiordland. Il terreno è dominato dalla felce.
Tre grandi laghi incontaminati Hauroko, Poteriteri e Hakapouaj dominano la regione. L’accesso è a piedi lungo la South Coast Track, in elicottero o in barca a motore.

Guido Bissanti




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *