Riproduzione dell’Abete canadese

Riproduzione dell’Abete canadese

L’Abete canadese (Tsuga canadensis (L.) Carrière) è una conifera originaria del Nord America orientale. È l’albero dello stato della Pennsylvania.

Habitat idoneo di riproduzione –
Per la riproduzione e gli usi ecologici e forestali del Tsuga canadensis si tenga conto che questa specie, nella sua area di origine, si trova principalmente ad altitudini di 600-1.800 m. il suo areale si estende dal Minnesota nord-orientale verso est attraverso il Quebec meridionale e la Nuova Scozia, e il sud nei monti Appalachi fino alla Georgia settentrionale e all’Alabama.
Popolazioni più rade si hanno nel Piedmont sudorientale, nell’Ohio occidentale e nell’Illinois, così come nel Minnesota orientale. In Canada, è presente in Ontario e in tutte le province a est tranne Terranova e Labrador.
Il suo areale si sovrappone completamente a quella della vicina Tsuga caroliniana.
Il suo habitat principale è su creste rocciose, burroni e pendii con livelli di umidità relativamente elevati.

Riproduzione –
L’Abete canadese è una conifera che si può propagare partendo da seme che germina meglio se sottoposto a una breve stratificazione a freddo; si consiglia pertanto di seminare in un semenzaio freddo, nel periodo che va dall’autunno fino alla fine dell’inverno. Può anche essere seminato all’inizio della primavera, anche se, in questo caso, potrebbe germogliare solo dopo l’inverno successivo.
Se si ha a disposizione sufficiente seme, si può fare una semina all’aperto nel periodo primaverile.
Le giovani piantine vanno poi messe in singoli vasi, una volta che sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate; vanno così allevate in una serra fredda e trapiantate all’inizio dell’estate dell’anno successivo.
Gli alberi sopportano bene la fase di trapianto fino a quando non raggiungono l’altezza di 80 cm, ma si consiglia di effettuare il trapianto quando sono alti circa 30 – 45 cm o meno, cosa che equivale ad un’età di circa 5 – 8 anni.
Gli alberi più grandi stenteranno a crescere e ciò influisce negativamente anche sullo sviluppo delle radici e sulla resistenza al vento.

Ecologia –
L’Abete canadese è una pianta che ha avuto, soprattutto tra il 1890 e il 1910 un grande utilizzo per il suo legname. Gli usi principali erano per la produzione di cornici leggere, guaine, coperture, sottopavimenti, scatole, casse e attrezzi del genere.
Inoltre il tannino dalla corteccia veniva estratto in passato per la lavorazione del cuoio. Ora vengono utilizzati prodotti sintetici e importanti ed è stata eliminata un’industria un tempo prospera.
Dal punto di vista ecologico la Tsuga canadensis è una pianta che svolge un ruolo importante nei suoi ecosistemi; è importante per il riparo e come lettiera dei cervi dalla coda bianca durante l’inverno. Nelle regioni di origine in cui la pianta è fortemente diminuita molti enti pubblici hanno limitato il taglio fino a quando non si attuano metodi affidabili per la rigenerazione. Questa pianta è importante anche come copertura per galli cedroni, tacchini e molti altri animali.
La Tsuga canadensis viene spesso piantata come ornamentale a causa della sua resistenza a insetti e malattie, per il buon colore del fogliame e dall’adattabilità alla potatura. Nelle zone di origine si stanno attuando programmi di riforestazione perché è molto importante per la fauna selvatica.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.