Alcarreña

Alcarreña

L’Alcarreña è una razza ovina domestica (Ovis aries Linnaeus, 1758) autoctona che si trova in Spagna con attitudine principale alla produzione di carne.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al:
Dominio Eukaryota,
Regno Animalia,
Phylum Chordata,
Classe Mammalia,
Ordine Artiodactyla,
Sottordine Ruminantia,
Famiglia Bovidae,
Sottofamiglia Caprinae,
Genere Ovis,
Specie O. aries,
Razza Alcarreña.

Distribuzione Geografica ed Areale –
L’Alcarreña è una razza spagnola autoctona spagnola che deve il suo nome alla comarca di La Alcarria, classificata anche come regione naturale e che è situata nella comunità autonoma di Castiglia-La Mancia, ed in particolare occupa le province di Guadalajara, Ciudad Real e Cuenca.
L’Alcarreña viene allevata principalmente in questa regione.

Origini e Storia –
L’Alcarreña è una razza spagnola autoctona in pericolo di estinzione ed inquadrata nel tronco Entrefine..
Sulla sua origine esistono diverse teorie ma nessuna sufficientemente dimostrata, alcune la fanno discendere dalle razze Manchega e Castellana.
Negli ultimi due decenni, la razza ha subito una significativa riduzione del numero di capi e a causa dei continui incroci con altre razze, come la Manchega, per cercare di migliorare la produzione di latte.

Morfologia –
L’Alcarreña è una razza ovina con due varietà che si distinguono per il colore del vello.
Una varietà è uniforme bianca e nera con macchie bianche sulla nuca e sulla parte distale della coda. Spesso si presentano però animali neri con ampie aree bianche, a causa del rimescolamento che avviene tra le due varietà nei greggi, con accoppiamenti senza controlli.
Sia gli arieti che le pecore sono senza corna.
Il peso medio è di 75 Kg per il maschio e di 50 Kg per la femmina.

Attitudine produttiva –
L’Alcarreña è ina pecora allevata al pascolo, praticamente tutti i giorni dell’anno. È una razza raggruppata, in media, in greggi da 250 a 300 pecore, con un sistema di allevamento strettamente legato alla terra.
Gli agnelli vengono allevati frequentemente fino al raggiungimento di un peso vivo compreso tra 12 e 15 Kg. Successivamente vengono acquistati da terzi, destinati ai grandi allevamenti industriali dove vengono lavorati, uscendo dal macello con pesi vivi prossimi ai 25 Kg.

Guido Bissanti

Fonti-
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Daniele Bigi, Alessio Zanon , 2010. Atlante delle razze autoctone. Bovini, equini, ovicaprini, suini allevati in Italia, Edagricole-New Business Media, Bologna.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *