Dendrometria

Dendrometria

Con il termine dendrometria (proveniente dal greco dendron, albero, e mètron, misura) si definisce la scienza che studia le tecniche che permettono di calcolare i valori biometrici relativi ad un albero o ad un bosco.
Con la dendrometria si effettuano pertanto delle misurazioni che consentono di risalire ai seguenti parametri:
– il volume dei fusti in piedi o dei tronchi atterrati, con o senza ramaglia;
– il volume di biomassa legnosa ricavabile da un determinato soprassuolo a maturità (fine turno);
– il tasso di accrescimento nel tempo (incremento) di una singola pianta o di un intero soprassuolo.
Inoltre con algoritmi indiretti è possibile, tramite i valori relativi al volume e alle altezze delle piante in relazione all’età, di ottenere anche una stima della fertilità della stazione.
Con la dendrometria è possibile altresì, attraverso lo studio delle ampiezze degli anelli di accrescimento di una singola pianta, e dalle loro anomalie, di pervenire ad importanti informazioni sulla storia della stazione (periodi favorevoli/sfavorevoli alla vegetazione, frane, alluvioni, ecc.).

Tecniche dendrometriche –
Per addivenire alla determinazione dei parametri sopra descritti ci si avvale di alcune considerazioni di varia natura; la dendrometria, pertanto, fa riferimento ai seguenti aspetti:
– biologic (modalità d’accrescimento delle piante arboree);
– geometrici (assimilazione geometrica alle forme naturali dei fusti);
– i (per la generalizzazione ad un intero soprassuolo di valori biometrici effettivamente campionati);
– matematici.
Attraverso l’inserimento di questi dati si applica un procedimento tecnico matematico attraverso il quale si ottiene il volume di una pianta arborea o di un bosco viene comunemente detto cubatura, in quanto il valore risultante viene espresso metri cubi.
Inoltre per agevolare il calcolo di cubatura di determinati soprassuoli forestali esistono le tavole “di cubatura” realizzate per una data zona e utilizzabili per boschi che si trovano quindi nelle stesse condizioni geografiche e ambientali.

Altezze dendrometriche –
Le altezze dendrometriche sono essenzialmente di tre tipi: media, dominante e formale. La prima è definita come l’altezza del probabile albero di diametro medio, non deve essere confusa con la media delle altezze. La seconda è l’altezza delle 100 piante più grosse ad Ha. L’ultima è una grandezza concettuale che deriva dalla formula generale di cubatura dei fusti: HF = V/G.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *