β-sitosterolo

β-sitosterolo

Il β-sitosterolo è un fitosterolo il cui termine nella nomenclatura ufficiale IUPAC è: 10R,13R-dimetil-17R-(5R-etil-6-metileptan-2R-il)-2,3,4,7,8,9,11,12,14,15,16,17-dodecaidro-1H-ciclopenta[a]fenantren-3S-olo.
Questo fitosterolo è conosciuto con i nomi alternativi di: β-sitosterina, 22,23-diidrostigmasterolo e stigmast-5-en-3-olo.
Il β-sitosterolo è un fitosterolo molto presente in natura, soprattutto nel regno vegetale; lo ritrovaimo in alcune piante come: Nigella sativa, Pecan, Serenoa repens, Avocado, Zucchina, Pygeum africanum, Anacardio, germe di grano, olio di semi di mais, semi di soia, specie appartenenti al genere Hippophae, bacche di goji, Wrightia tinctoria e altre piante.
Il β-sitosterolo, come tutti i fitosteroli è simile al colesterolo, sebbene quest’ultimo non sia presente nelle piante. I fitosteroli non sono sintetizzati negli esseri umani ma vengono introdotti esclusivamente con la dieta. L’apporto tipico di steroli vegetali varia approssimativamente da 200 a 400 mg/die ed è più elevato nei vegetariani.
Si ricorda comunque che dosi significative di sitosteroli aumentano notevolmente l’incidenza di coronaropatie.

Avvertenza: le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Acquisto suggerito



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *