Come si propaga il Crescione

Come si propaga il Crescione

Il crescione d’acqua (Nasturtium officinale W.T.Aiton, 1812) è una pianta perenne della famiglia delle Brassicaceae ed è spesso una pianta spontanea che vive lungo lenti corsi d’acqua, in terreni semisommersi e acquitrinosi.
È una pianta acquatica originaria dell’Europa e dell’Asia; in Italia si trova in tutte le regioni sulle sponde di fossi e ruscelli, dal piano ai 1.500 metri.
Prima di passare ai metodi di propagazione di questa pianta si consideri che il crescione resiste discretamente al freddo, richiede temperature medie di 15 gradi circa per vivere e germina sopra ai 5 gradi.
Il crescione può pertanto essere coltivato per la maggior parte dei mesi dell’anno, evitando i mesi estivi dove fa molto caldo e facendosi aiutare da coltura protetta (tunnel freddo) per i mesi invernali, soprattutto negli orti del nord Italia.
Il crescione può essere coltivato anche in zone più montuose a condizione che non sia esposto ad eccessive insolazioni e venga impiantato su terra umida, ben dotata di sostanza organica, anche in vaso ma su substrato leggermente acido o neutro con pH tra 6 e 7. La propagazione può essere effettuata per seme o per divisione dei piccoli cespi.

Propagazione per seme –
La propagazione per seme va fatta tenendo conto che può essere fatta scalarmente, in pieno campo, a partire da aprile, ogni 15 giorni, fino a giugno. I piccoli semi rossicci di crescione germinano molto velocemente con temperature superiori ai 15°C e nell’arco di un paio di settimane si passa dalla semina al raccolto delle prime piccole foglie.
In vaso la semina va effettuata in substrato sciolto (terra, torba e sabbia in parti uguali) e trapiantando le piantine appena hanno raggiunto l’altezza di 5-6 cm in piccole bacinelle con al fondo uno strato di terriccio ricoperto da uno strato sottile di ghiaia o argilla espansa. Aggiungere poi acqua, lasciando emergere solo la parte apicale e collocare in luogo semiombroso. Il crescione è una di quelle piante che possono essere coltivate benissimo in casa ed assicurare produzioni sufficienti al fabbisogno familiare.
Il crescione, per la sua resistenza al freddo può essere coltivato sotto tunnel, anche qui con semine scalari.
Anche se è possibile seminarlo a spaglio si consiglia sempre di impiantarlo per file, in modo da poter sarchiare comodamente le infestanti. Le file vanno distanziate 10-15 cm tra loro, sulla fila i semi si mettono vicini interrati con appena un velo di terra sopra. Si può usare tessuto non tessuto per favorire la germinazione nei mesi invernali, il crescione germina rapidamente per cui non serve piantarlo in semenzaio.

Propagazione per cespi –
Anche se la tecnica di propagazione per seme è quella più agevole, sia per la facilità di attecchimento che la rapidità di crescita della pianta, il crescione può essere facilmente propagato prelevando piccoli cespi da piante giovani spontanee. In questo caso i cespi prelevati vanno trapiantati in terriccio organico mantenuto sempre umido. Può anche essere seminato in vasetti di torba e poi trapiantato.
Per i dettagli della tecnica di coltivazione si rimanda alla seguente scheda.

Acquisto suggerito





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.