Come si propaga l’Anice stellato

Come si propaga l’Anice stellato

L’anice stellato (Illicium verum Hook.f.) è una pianta della famiglia delle Schisandraceae originaria dell’Asia orientale ed in particolar modo del sud della Cina.
Questa pianta viene utilizzata come spezia ed avendo un aroma molto intenso va impiegata in maniera moderata.
L’anice stellato può essere coltivato nei climi temperati, come quello mediterraneo, e può trovare spazio sia in coltivazioni di tipo aziendale che in piccoli orti o, addirittura, in vaso.
Di norma, comunque, essendo una pianta con troppe esigenze, si coltiva in piena terra. La coltivazione in vaso si usa esclusivamente se si abita in zone fredde e a rischio gelata durante l’inverno, infatti la coltivazione in vaso è utile principalmente per mettere a riparo la pianta quando è necessario.

Propagazione –
La stagione ideale per iniziare a coltivare l’anice stellato è durante l’autunno, cosa che permette alla giovani piantine di svilupparsi in maniera adeguata durante l’estate, stagione in cui entra anche in produzione.
La moltiplicazione avviene esclusivamente per seme. Si può operare in due modi: o in semenzaio o in piena terra. Per la moltiplicazione in semenzaio è meglio una semina nei mesi tra febbraio e marzo; in questo caso si dovranno porre i semi in un semenzaio da lasciare costantemente umido, per far sì che le piantine si sviluppino senza problemi; quando queste inizieranno a germogliare e raggiunto l’altezza di circa 8 -10 cm si potranno mettere a dimora. Nel secondo caso, si preferisce la semina primaverile, durante aprile.
Si ricorda che questa pianta predilige un terreno alquanto fertile, ma anche leggero, sciolto e ben drenato: durante le irrigazioni bisogna evitare sempre un uso eccessivo e soprattutto evitare i ristagni.
La pianta dovrà essere esposta al sole, ma non ai forti venti o al freddo intenso, in modo da ricreare il clima tipico della terra madre.
Per i dettagli della tecnica completa di coltivazione si rimanda alla seguente scheda.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *