Sapone di Marsiglia contro le cocciniglie

Sapone di Marsiglia contro le cocciniglie

Tra le infestazioni più nocive e spesso dannose per la qualità e quantità dei frutti degli agrumi ricordiamo le cocciniglie (impropriamente coccidi (Coccoidea Handlirsch, 1903), una superfamiglia di insetti fitofagi compresi nell’ordine dei Rhynchota (sottordine Homoptera, sezione Sternorrhyncha); in questo contributo vediamo l’azione del sapone di Marsiglia contro le cocciniglie.
Per combattere questi insetti spesso ci si accanisce con pericolosissimi insetticidi, per la salute umana e per l’ecosistema (tra i quali ricordiamo i fosforganici) senza tenere conto che molte infestazioni nascono da un cattivo uso dei concimi chimici (soprattutto gli azotati), da una non equilibrata potatura della pianta, da specializzazioni troppo spinte, ecc.

 

Comunque sia, quando ciò si verifica possiamo adottare dei  rimedi naturali. Tra questi ricordiamo il sapone di Marsiglia, che si rivela un metodo naturale efficace contro le infestazioni di cocciniglia, agendo come asfissiante per il parassita che non riesce più a respirare.
Per preparare questo insetticida a base di sapone contro le cocciniglie, fai da te, basta sciogliere 20 grammi di sapone in scaglie in un litro di acqua, ed una volta perfettamente emulsionato, spruzzatelo sulle piante (di sera) ripetendo anche l’operazione 3 volte ogni 3 giorni. Potete creare anche una soluzione con 150 grammi di scaglie di sapone di Marsiglia e 150 grammi di olio di semi di girasole da spruzzare con lo stesso procedimento. In mancanza di sapone di Marsiglia si possono utilizzare quantità equivalenti di saponi liquidi utilizzati ordinariamente anche per la pulizia delle stoviglie, ma il sapone di Marsiglia risulta essere quello più ecologico.




6 pensieri riguardo “Sapone di Marsiglia contro le cocciniglie

  • 3 gennaio 2018 in 23:40
    Permalink

    e alla pianta ricoperta di sapone, cosa succede?

    Risposta
    • 4 gennaio 2018 in 08:10
      Permalink

      Il quantitativo di sapone deve essere minimo, con dosi consigliate, il sapone si degrada poi nel giro di poco tempo e la pianta non ne risente (e soprattutto vengono salvaguardati la salute umana e l’ecosistema)!

      Risposta
  • 26 aprile 2018 in 15:19
    Permalink

    la pianta va spruzzata alla base oppure anche sulle foglie? meglio il preparato all’aglio o quello al sapone di Marsiglia, in particolare per le cimici?

    Risposta
    • 26 aprile 2018 in 16:40
      Permalink

      La pianta va tratta su tutte le superfici infestate dalle cocciniglie. Il funzionamento del preparato d’aglio e del sapone di Marsiglia sono sostanzialmente differenti. Il preparato d’aglio svolge un’azione più tradizionalmente antiparassitaria, insetticida e fungicida; il sapone di Marsiglia svolge un’azione asfissiante, oltreché detergente per la presenza poi di melate su cui si sviluppano le fumaggini e che attraggono, in una forma simbiontica formiche ed altri organismi.

      Risposta
  • 25 ottobre 2018 in 15:59
    Permalink

    mi proponi, in alternativa a 20 gr di apone in 1 litro di acqua, una soluzione di 150gr di sapone e 150 gr di olio di semi di girasole senza accqua? ma le due soluzioni non risultano fortemente sbilanciate??

    Risposta
    • 25 ottobre 2018 in 16:50
      Permalink

      Ovviamente quest’ultima preparazione va diluita in acqua con un rapporto di diluizione adeguato. Comunque ti ringrazio per la richiesta di chiarimento. Considera però che l’olio di semi, in aggiunta al sapone di Marsiglia, ha un funzionamento diverso (in quanto funge da asfissiante), funziona in forma di emulsione. Il tipo di diluizione deve poi essere relazionato al tipo di pianta. Gli agrumi per es. sono più resistenti.

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *