Smilax febrifuga

Smilax febrifuga

La salsapariglia ecuadoriana (Smilax febrifuga Kunth) è una specie arbustiva rampicante appartenente alla famiglia delle Smilacaceae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al:
Dominio Eukaryota,
Regno Plantae,
Divisione Magnoliophyta,
Classe Liliopsida,
Sottoclasse Liliidae,
Ordine Liliales,
Famiglia Smilacaceae,
Genere Smilax,
Specie S. febbrifuga.
È sinonimo il termine:
– Smilax purhampuy Ruiz.

Etimologia –
Il termine Smilax proviene dal greco σμιλαξ, smilax, nome con cui venivano designate dagli autori antichi piante assai diverse tra loro. Negli scrittori latini Plinio e Ovidio il nome fu utilizzato per diverse piante rampicanti spinose.
L’epiteto specifico febbrifuga viene da febris febbre e da fugo fugare, scacciare, respingere, mettere in fuga: febbrifugo.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
La Smilax febrifuga è una pianta originaria di un areale compreso tra Honduras e Perù, presente in Bolivia, Venezuela, Brasile e Guyana francese.
Il suo habitat naturale è quello delle foreste di pianura, montane lungo le Ande a sud fino alla Bolivia fino a 2500 m.

Descrizione –
La Smilax febrifuga è un rampicante glabro con lunghi steli e rizomi bulbosi di colore chiaro. Si arrampica con l’ausilio di viticci che vengono emessi dai piccioli. Gli steli sono cilindrici e presentano spine.
Le foglie sono semplici e cartacee, alterne e a gambo corto; sono da ovate a lanceolate e lunghe fino a 25 cm e larghe fino a 18 cm e appuntite o a punta. La base della foglia è solitamente appuntita o più raramente arrotondata a leggermente a forma di cuore. Le foglie sono glabre e hanno 5-7 vene. La venatura palmata è leggermente rialzata.
I piccioli sono corti, alati nella parte inferiore a formare una guaina fogliare, e sono lunghi fino a 1,7 cm.
È una pianta dioica a sessi separati .
Presenta fiori riuniti in ombrelle semplici o composte, plurifiorite e peduncolate, con copertura squamosa e vistose brattee ascellari.
I fiori sono unisessuali, piccoli e a gambo corto con un perianzio semplice; sono a sei petali e bianco-verdastri. I fiori femminili hanno degli staminodi e un ovaio superiore con tre stimmi quasi sessili . I fiori maschili hanno 6 stami corti .
Le bacche sono piccole e arrotondate, di colore arancione e hanno una dimensione di 6–12 mm.

Coltivazione –
La Smilax febrifuga è una pianta rampicante perenne i cui rizomi sono usati in medicina e come aromatizzante negli alimenti. I rizomi sono anche usati localmente e venduti nei mercati locali per uso medicinale.
È una pianta che può essere coltivata in posizione soleggiata o, al limite, in ombra parziale.
Dal punto di vista pedologico tollera molti tipi di suolo.
La propagazione può essere sia gamica, per seme, che per via agamica tramite divisioni o talee.

Usi e Tradizioni –
La salsapariglia ecuadoriana è una pianta di cui si utilizzano soprattutto pe radici e il rizoma; è un’erba dolce, acre e alterativa che riduce le infiammazioni, il prurito, migliora la digestione, ed è antisettica.
È una delle tre specie (insieme a S. Aristolochiifolia e S. regelii) che nel XVII secolo erano tenute in alta considerazione come toccasana per molti impieghi medicinali.
È stata ampiamente importati in Europa fino all’inizio del XX secolo, momento in cui la reputazione di queste piante è andata scemando.
Tuttavia, le piante hanno una serie di importanti benefici medicinali – in particolare, le loro radici contengono saponine steroidee che sono un trattamento efficace per molti casi di psoriasi; hanno anche effetti ormonali e possono migliorare la fertilità nelle donne con disfunzione ovarica. I rizomi sono alterativi, digestivi, febbrifughi.
È una delle tante specie di Smilax dalle cui radici si estrae la salsapariglia erboristica, usata in medicina naturale.
In campo alimentare questa è una delle specie principali che forniscono l’ingrediente aromatizzante principale per la salsapariglia commerciale, utilizzata anche per la birra.
Gli estratti di radice sono usati per aromatizzare bibite, gelati, confetteria e prodotti da forno.

Modalità di Preparazione –
La Smilax febbrifuga è una pianta che nel suo areale di origine è stata usata da tempo, dalle popolazioni locali, sia per scopo medicinale che alimentare.
Si preparano decotti nel trattamento di febbri, disturbi digestivi, disturbi renali e gonorrea. Viene anche usato contro la scrofolosi, le malattie della pelle e i reumatismi.
In campo alimentare viene impiegata come aromatizzante commerciale, utilizzata anche per la birra.
Gli estratti di radice sono, inoltre, usati per aromatizzare bibite, per i gelati, confetteria e prodotti da forno.

Guido Bissanti

Fonti
– Acta Plantarum – Flora delle Regioni italiane.
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Useful Tropical Plants Database.
– Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.
– Pignatti S., 1982. Flora d’Italia, Edagricole, Bologna.
– Treben M., 2000. La Salute dalla Farmacia del Signore, Consigli ed esperienze con le erbe medicinali, Ennsthaler Editore.
Fonte foto:
– https://identify.plantnet.org/eo/guyane/species/Smilax%20febrifuga%20Kunth/data
– https://swbiodiversity.org/imglib/seinet/swnode/ASU_Plants/CSP19/CSP19540_lg.jpg

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, non rappresentano in alcun modo prescrizione di tipo medico; si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.