Geotropismo

Geotropismo

Con il termine geotropismo (o gravi tropismo) in botanica si intende la proprietà degli organi vegetali di regolare la direzione del proprio accrescimento in rapporto alla forza di gravità.
Il geotropismo, il cui termine viene dal greco γῆ “terra” e τέπομαι “mi rivolgo”, è lo stimolo che ricevono alcuni organi vegetali che consente loro il riconoscimento della direzione della forza di gravità. Indirettamente quindi dà alla pianta la capacità di orientarsi verticalmente nello spazio.
Tale stimolo viene percepito, principalmente, dagli statoliti, che sono degli amiloplasti specializzati a questa funzione.
All’interno del fenomeno del geotropismo si distingue poi due tipi: positivo e negativo.
Il geotropismo è positivo quando gli organi si dirigono in favore della gravità e negativo quando si dirigono in direzione opposta.
Si ha geotropismo positivo nelle radici, che si dirigono verso il centro della terra, negativo nel fusto che si dirige dalla parte opposta.
Alcune parti della pianta, invece, si comportano differentemente.
Per esempio i piccioli orizzontali e le foglie sono dia geotropici; i rami e le radici secondarie con un qualsiasi angolo obliquo sono plageotropi. Gli organi che non risentono di questo stimolo geotropico sono detti ageotropici.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.