Populus tremuloides

Populus tremuloides

Il pioppo tremulo americano (Populus tremuloides Michx., 1753) è una sepcie arborea appartenente alla famiglia delle Salicaceae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al:
Dominio Eukaryota,
Regno Plantae,
Divisione Magnoliophyta,
Classe Magnoliopsida,
Ordine Salicales,
Famiglia Salicaceae,
Genere Populus,
Specie P. tremuloides.
Sono sinonimi i seguenti termini:
– Populus atheniensis Lodd.;
– Populus atheniensis Lodd. ex C.F.Ludw.;
– Populus aurea Tidestr.;
– Populus benzoifera Tausch;
– Populus cercidiphylla Britton;
– Populus cordata hort.;
– Populus cordata hort. ex Poir.;
– Populus glandulosa Willd.;
– Populus glandulosa Willd. ex Steud.;
– Populus graeca Aiton;
– Populus hispida Hausskn. & Sint.;
– Populus pendula hort. ex Tausch;
– Populus sibirica hort.;
– Populus sibirica hort. ex Tausch;
– Populus tremula subsp. tremuloides (Michx.) Á. & D.Löve;
– Populus tremuliformis Emers.;
– Populus tremuloides Tidestr.;
– Populus tremuloides f. betuloides J.Rousseau;
– Populus tremuloides f. minor Cockerell;
– Populus tremuloides f. nana Cockerell;
– Populus tremuloides f. pendula (Tausch) Schelle;
– Populus tremuloides f. tremuloides;
– Populus tremuloides var. aurea (Tidestr.) Daniels;
– Populus tremuloides var. cercidiphylla (Britton) Sudw.;
– Populus tremuloides var. davisiana Tidestr.;
– Populus tremuloides var. intermedia Vict.;
– Populus tremuloides var. magnifica Vict.;
– Populus tremuloides var. rhomboidea Vict.;
– Populus tremuloides var. tremuloides;
– Populus tremuloides var. vancouveriana (Trel.) Sarg.;
– Populus trepida Willd.;
– Populus vancouveriana Trel.;
– Populus vancouveriana Trel. ex Tidestr.;
– Populus ×polygonifolia F.G.Bernard;
– Tremula trepida Raf..

Etimologia –
Il termine Populus viene dal greco πάλλω pállo sussultare, agitarsi, tremare: per il comportamento delle fronde sotto l’azione del vento.
L’epiteto specifico tremuloides viene dal latino tremulus ‘tremulo’ in quanto somigliante al pioppo tremulo.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
Il Populus tremuloides è un albero deciduo originario delle zone più fresche del Nord America.
Questa pianta è presente in tutte le province e territori del Canada, con la possibile eccezione del Nunavut. Negli Stati Uniti, può essere trovato a nord fino alle pendici settentrionali della Brooks Range in Alaska, dove i margini delle strade e i blocchi di ghiaia forniscono isole di habitat ben drenati in una regione in cui i suoli sono spesso impregnati d’acqua a causa del permafrost sottostante.
Il suo habitat è quello delle zone a basse altitudini fino all’estremo sud del Nebraska settentrionale e dell’Indiana centrale. Negli Stati Uniti occidentali, questo albero sopravvive raramente ad altitudini inferiori a 460 m a causa delle estati calde presenti al di sotto di tale altitudine, e si trova generalmente a 1.500-3.700 m.
È l’unica angiosperma caducifoglia ad estendersi per il vasto areale compreso tra l’Atlantico e il Pacifico.

Descrizione –
Il Populus tremuloides è un albero alto e a crescita rapida, di solito 20-25 m a maturità, con un tronco da 20 a 80 cm di diametro.
La corteccia è relativamente liscia, di colore da bianco verdastro a grigio, ed è caratterizzata da spesse cicatrici orizzontali nere e prominenti nodi neri. Le cicatrici verticali parallele sono segni rivelatori di alci, che strappano via la corteccia del pioppo con i loro denti anteriori.
Le foglie sugli alberi maturi sono quasi rotonde, di 4-8 centimetri di diametro con piccoli denti arrotondati e 3-7 centimetri in senso orizzontale.
I giovani alberi e i germogli che nascono dalle radici hanno foglie quasi triangolari molto più grandi (10-20 centimetri e lunghe 4-8).
Le foglie sono di colore verde lucido, opache sotto e diventano di colore da oro a gialle, raramente rosse, in autunno.
È una pianta dioica con fiori maschili e femminili separati.
I fiori sono amenti lunghi 4-6 centimetri, prodotti all’inizio della primavera prima delle foglie.
Il frutto è Il frutto è una stringa di capsule pendula, lunga 10 centimetri formata da più capsule da 6 millimetri; ciascuna capsula contenente circa dieci piccoli semi incastonati in una peluria cotonosa, che aiuta la loro dispersione quando divengono maturi all’inizio dell’estate.
Alberi di 2-3 anni possono iniziare a produrre semi, ma una produzione significativa inizia a partire dai 10 anni di età. La migliore produzione di semi si ottiene tra i 50 ei 70 anni.

Coltivazione –
Il Populus tremuloides è una pianta che cresce in un’ampia varietà di condizioni climatiche. Le temperature medie di gennaio e luglio vanno da -30 °C e 16 °C nell’interno dell’Alaska a -3 °C e 23 °C a Fort Wayne, nell’Indiana.
Le precipitazioni medie annue variano da 1.020 mm a Gander, Terranova e Labrador fino a 180 mm nell’interno dell’Alaska. Il limite meridionale dell’areale della specie segue approssimativamente l’isoterma media di luglio di 24 °C.
Questa pianta si propaga spesso attraverso le sue radici per formare grandi boschetti clonali originati da un apparato radicale condiviso. Queste radici non sono rizomi, poiché i nuovi getti, che formano le nuove piante, si sviluppano da gemme avventizie generate dal sistema radicale genitore.
I pioppi producono semi, ma raramente si generano piante da essi. L’impollinazione è inibita dal fatto che i pioppi sono maschi o femmine, e i grandi popolamenti sono generalmente tutti cloni dello stesso sesso. Anche se impollinati, i piccoli semi sono vitali solo per poco tempo poiché mancano di una fonte di cibo immagazzinata o di un rivestimento protettivo.

Usi e Tradizioni –
I boccioli e la corteccia del Populus tremuloides forniscono cibo per lepri, alci, orsi neri, conigli selvatici, istrici, cervi, galli cedroni e castori di montagna. I germogli vengono mangiati da pecore, capre e bovini. È noto, inoltre, che gli alci brucano gli alberi. Inoltre le foglie di questa pianta e di altre specie del genere Populus servono da cibo per i bruchi di varie falene e farfalle.
La corteccia di pioppo contiene una sostanza che è stata estratta dagli indigeni nordamericani e dai coloni europei degli Stati Uniti occidentali come sostituto del chinino.
La corteccia di questa pianta è stata utilizzata per vari usi medicinali. È stata usata nelle affezioni della vescica, dell’uretra e della prostata e per altri usi nella medicina popolare dei nativi.
Tra gli altri usi si ricorda che in Canada, il legno di questa specie viene utilizzato principalmente per prodotti di cellulosa come libri, carta da giornale e carta da stampa fine. È particolarmente utile per i prodotti a pannello come i pannelli a trefoli orientati ed altri manufatti.
Anche se i pioppi producono legna scadente, poiché si asciugano lentamente, marciscono rapidamente e non emettono molto calore, sono ancora ampiamente utilizzati nei campeggi perché sono economici, abbondanti e non ampiamente utilizzati nel legname da costruzione.
Dal punto di vista ecologico bisogna invece evidenziare come, a partire dagli anni ’90, gli scienziati nordamericani hanno notato un aumento degli alberi di pioppo morti o morenti. Non è stato riscontrato o identificato nessun insetto, malattia o condizione ambientale come causa.
Molte aree degli Stati Uniti occidentali hanno sperimentato un aumento dei deperimenti che sono spesso attribuiti al pascolo degli ungulati e alla soppressione degli incendi. Ad alta quota, dove le erbe possono essere rare, gli ungulati possono brucare i giovani germogli di pioppo tremulo e impedire a quei giovani alberi di raggiungere la maturità. Di conseguenza, alcuni pioppi vicino a pascoli di bovini o altri animali, come cervi o alci, hanno pochissimi alberi giovani e possono essere invasi da conifere, che in genere non vengono brucate. Un altro possibile deterrente per la rigenerazione del Populus tremuloides è la diffusa soppressione degli incendi boschivi. I pioppi sono vigorosi riproduttori e anche se la parte fuori terra dell’organismo può morire in un incendio, le radici, che sono spesso protette da temperature letali durante un incendio, germogliano producendo nuovi alberi subito dopo un incendio. Disturbi come gli incendi sembrano essere un evento ecologico necessario affinché i pioppi tremuli possano competere con le conifere, che tendono a sostituire i pioppi tremuli su intervalli lunghi e senza disturbi. L’attuale deperimento nell’ovest americano potrebbe avere radici nella rigorosa politica di soppressione degli incendi negli Stati Uniti.
A questi fattori possono aggiungersi la proliferazione di alcuni coleotteri che potrebbero cambiare i rapporti vegetazionali tra questo pioppo ed alcune conifere e il proliferare di popolazioni clonali che potrebbero condurre ad un deperimento anche letale dell’intera popolazione.

Modalità di Preparazione –
Del pioppo tremulo americano, al pari di altri pioppi, si utilizzano, soprattutto per fini curativi la corteccia, le foglie e le gemme.
L’utilizzo e le modalità dipendono anche dalle tradizioni dei nativi del nord America e dalle tradizioni tramandate.
Fonte foto: https://www.inaturalist.org/guide_taxa/1171421

Guido Bissanti

Fonti
– Acta Plantarum – Flora delle Regioni italiane.
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Useful Tropical Plants Database.
– Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.
– Pignatti S., 1982. Flora d’Italia, Edagricole, Bologna.
– Treben M., 2000. La Salute dalla Farmacia del Signore, Consigli ed esperienze con le erbe medicinali, Ennsthaler Editore.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, non rappresentano in alcun modo prescrizione di tipo medico; si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.