Hypleurochilus bananensis

Hypleurochilus bananensis

La bavosa cornuta maggiore (Hypleurochilus bananensis Poll, 1959) è un pesce di mare appartenente alla Famiglia dei Blenniidae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al:
Dominio Eukaryota,
Regno Animalia,
Sottoregno Eumetazoa,
Ramo Bilateria,
Superphylum Deuterostomia,
Phylum Chordata,
Subphylum Vertebrata,
Infraphylum Gnathostomata,
Superclasse Osteichthyes,
Classe Actinopterygii,
Ordine Perciformes,
Sottordine Blennioidei,
Famiglia Blenniidae,
Genere Hypleurochilus,
Specie H. bananensis.
Sono sinonimi i termini:
– Blennius bananensis Poll, 1959;
– Hypleurochilus phrynus Bath, 1965.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
L’ Hypleurochilus bananensis è un pesce che sembra essere presente solo nelle acque tropicali e subtropicali dell’Oceano Atlantico orientale, Mar Mediterraneo compreso. Presenze di questa specie sono state registrate in Congo, Togo e Camerun, nel Mediterraneo, in Israele, Algeria, Tunisia e sulle coste italiane, al largo di Napoli e Palermo e anche nel Tirreno Centrale e nello Ionio Settentrionale.
Il suo habitat marino è quello delle acque poco profonde su fondali rocciosi.

Descrizione –
L’ Hypleurochilus bananensis è un pesce facilmente confondibile con altre specie di blennidi, cosa che potrebbe portare alla revisione di alcuni avvistamenti, anche se ha alcuni caratteri che la rendono identificabile con assoluta certezza. Inoltre possiede un dimorfismo sessuale molto accentuato, soprattutto durante il periodo riproduttivo: i maschi raggiungono dimensioni superiori rispetto alle femmine, hanno il ramo principale dei tentacoli oculari enormemente sviluppato e acquisiscono una livrea dai colori vivaci, soprattutto tendenti al blu (regione cefalica in particolare). La lunghezza massima non supera i 12 cm.
Nel dettaglio possiede tentacoli nasali con 4-6 filamenti; tentacoli sopraorbitari con 10-12 filamenti disposti a ciuffo di cui uno molto più lungo degli altri; fossetta dietro agli occhi seguita da una cresta di tubercoli; il labbro superiore è spesso; i denti sono caniniformi e di grandi dimensioni; la pinna dorsale ha una leggera intaccatura centrale.
La livrea è brunastra con 3-5 barre scure verticali che si estendono alla parte inferiore della pinna dorsale, più vistose nella metà superiore del corpo. Le pinne pari sono coperte di macchiette scure a formare strie irregolari, soprattutto sulla pinna caudale.

Biologia –
La biologia del Hypleurochilus bananensis è pressoché sconosciuta in quanto oltre alla rarità di questa specie è un pesce che vive sempre nascosto in anfratti o in conchiglie.
Infatti a causa della sua rarità è poco studiato.
Si sa comunque che il dimorfismo sessuale è molto pronunciato e le descrizioni passate di questa specie si basavano solo su esemplari femminili. Ciò potrebbe portare a casi di identificazione errata.
Tuttavia si sa che è una specie ovipara. I maschi sono estremamente territoriali soprattutto quando custodiscono le uova.
Le uova sono demersali e adesive e sono attaccate al substrato tramite un tampone o piedistallo filamentoso e adesivo.
Le larve sono planctoniche, spesso presenti in acque costiere poco profonde.

Ruolo Ecologico –
L’ Hypleurochilus bananensis è una specie piuttosto rara in tutti gli habitat anche se, probabilmente, viene spesso confusa con altre specie meno rare.
La sua distribuzione è infatti a chiazze e gli adulti si trovano in acque poco profonde vicino ai porti e sulle coste rocciose delle acque costiere.

Guido Bissanti

Fonti
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Louisy P., 2016. Guida all’identificazione dei pesci marini d’Europa e del Mediterraneo. Il Castello Editore, Milano.
– Nikiforos G., 2008. Fauna del Mediterraneo. Giunti Editore, Firenze.
Foto – fonte: https://www.salentosommerso.it/pp_pesci%20ossei/Hypleurochilus%20bananensis/pp_Hypleurochilus%20bananensis.php




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *