Valore nutrizionale della Cipolla

Valore nutrizionale della Cipolla

La cipolla (Allium cepa L.) è una pianta bulbosa della famiglia delle Amaryllidaceae.
Il bulbo si accresce sotto terra ed è formato da foglie modificate, che presentano un’epidermide (protezione). È una pianta erbacea biennale il cui ciclo di vita, in coltivazione, viene interrotto a un anno al fine di destinarla al consumo.
È una pianta con radici superficiali, con foglie che, come detto, si ingrossano nella porzione basale dando la parte commestibile e che forma un lungo stelo fiorale che porta un’infiorescenza a ombrello con fiori di colore bianco-giallastro. Il frutto è una capsula.

Caratteristiche –
La parte commestibile della cipolla è il bulbo che è fortemente aromatico; questa verdura è botanicamente imparentata con altri ortaggi dalle caratteristiche simili, come aglio, porro, scalogno ed erba cipollina.
La cipolla è estremamente diffusa, quasi in tutto il mondo, e se ne coltivano molteplici varietà; in Italia le più famose sono: Tropea (rossa), Cannara (rossa), Bassano (rossa), Dolce (bianca), Barletta (rossa) e Borretana (giallo dorata).
Il suo utilizzo principale è quello di alimento e condimento, ma è anche adoperata a scopo terapeutico per le proprietà riconosciute dalla scienza e dalle tradizioni della medicina popolare.
Il suo gusto particolare dona sapore alle preparazioni ed esalta gli altri ingredienti usati nei vari piatti della cucina nazionale ed internazionale, infatti serve come ingrediente per la preparazione di molte pietanze. Viene usata come base per minestre, minestroni e risotti, carni, sughi, per insaporire le insalate, oppure per la realizzazione di diversi piatti che dove diviene il condimento centrale.

Scheda nutrizionale –
La cipolla è un prodotto di origine vegetale inquadrabile nel gruppo degli ortaggi che contiene molta acqua e presenta una discreta quantità di fruttosio, zucchero che, oltre a conferirle una certa dolcezza, le dona una blanda funzione energetica. Le proteine e i lipidi sono irrilevanti; il colesterolo è assente.
In merito ai sali minerali e alle vitamine, non si evidenziano concentrazioni degne di particolare nota, per cui è possibile affermare che la cipolla contenga “di tutto un po’”.
Non contiene glutine e lattosio, ed è ammessa dalle filosofie vegetariana e vegana.
La porzione media di cipolla può raggiungere anche i 200 g (80 kcal).
I valori nutrizionali per 100 g di cipolla sono:
– Energia 40 kcal;
– Carboidrati totali 9,34 g;
– Zuccheri semplici 4,24 g;
– Fibre 1,7 g;
– Grassi 0,1 g;
– Proteine 1,1 g;
– Acqua 89,11 g;
– Tiamina (B1) 0,046 mg – 4 %;
– Riboflavina (B2) 0,027 mg – 2 %;
– Niacina (PP o B3) 0,116 mg – 1 %;
– Acido pantotenico (B5) 0,123 mg – 2 %;
– Piridossina (B6) 0,12 mg – 9 %;
– Folati 19,0 μg – 5 %;
– Acido Ascorbico (C) 7,4 mg – 9 %;
– Calcio 23,0 mg – 2 %;
– Ferro 0,21 mg – 2 %;
– Magnesio 10,0 mg – 3 %;
– Manganese 0,129 mg – 6 %;
– Fosforo 29,0 mg – 4 %;
– Potassio 146,0 mg – 3 %;
– Zinco 0,17 mg – 2 %;
– Fluoruro 1,1 μg – %.

Proprietà –
Per le sue caratteristiche organolettiche e le sostanze contenute la cipolla vanta alcune proprietà antiossidanti e antinfiammatorie di notevole rilevo; contiene inoltre buone quantità di quercetina, un flavonoide che aiuta a tenere a bada i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue, parametri che, se nella norma, sappiamo essere molto importanti per proteggere l’organismo dal rischio cardiovascolare. Oltre che sui grassi, la cipolla è in grado anche di agire positivamente nei confronti della glicemia, riduce quindi i livelli di zuccheri nel sangue.
Tra i benefici più interessanti della cipolla c’è poi la sua capacità antibatterica e antimicrobica, si tratta dunque di un bulbo in grado di impedire la proliferazione di microrganismi potenzialmente dannosi per la salute. Contemporaneamente è in grado di stimolare il sistema immunitario.
La cipolla è inoltre un ottimo rimedio disintossicante e dall’azione diuretica. Cioè è dovuto alla grande ricchezza di acqua di cui è composta che la rende un rimedio naturale interessante anche per chi deve combattere il problema della ritenzione idrica, associata ovviamente ad una corretta alimentazione nel complesso e alla giusta dose di attività fisica.
In generale la cipolla è un ottimo rimedio espettorante, utile quindi in caso di tosse e raffreddore. Decongestiona le mucose e può essere utilizzata quando vi è molto catarro, bronchite, sinusite, ecc..
Uno studio condotto in collaborazione tra l’Università degli Studi di Milano e l’Istituto Farmacologico Mario Negri ha poi notato come chi consuma più spesso cipolla (almeno due volte a settimana) così come l’aglio è meno a rischio di ammalarsi di cancro allo stomaco.
Tra le altre proprietà della cipolla annoveriamo la capacità di rinforzare le ossa proteggendole dal rischio osteoporosi e il fatto di migliorare l’umore grazie all’azione benefica dei suoi principi attivi che aiutano la regolazione di ormoni come la serotonina.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.