Ecotopo

Ecotopo

Un ecotopo è la minima unità spaziale elementare di un paesaggio.
Un ecotopo possiede caratteristiche funzionali e strutturali omogenee al proprio interno rispetto all’esterno. Può coincidere con il concetto di biotopo, che però privilegia l’aspetto animale e vegetale.
Gli ecotopi, in quanto tali, rappresentano unità funzionali del paesaggio relativamente omogenee e spazialmente esplicite che sono utili per stratificare i paesaggi in caratteristiche ecologicamente distinte per la misurazione e la mappatura della struttura, della funzione e del cambiamento del paesaggio.
Come gli ecosistemi, gli ecotopi sono definiti dall’interazione di componenti biotiche e abiotiche, la classificazione degli ecotopi dovrebbe stratificare i paesaggi in base a una combinazione di fattori sia biotici che abiotici, tra cui vegetazione, suolo, idrologia e altri fattori.

Altri parametri che devono essere considerati nella classificazione degli ecotopi includono il loro periodo di stabilità (come il numero di anni in cui una caratteristica potrebbe persistere) e la loro scala spaziale (unità di mappatura minima).
La prima definizione di ecotopo fu fatta da Thorvald Sørensen nel 1936. Successivamente Arthur Tansley raccolse questa definizione nel 1939 e la elaborò. Nel 1945 Carl Troll applicò per la prima volta il termine di ecotopo all’ecologia del paesaggio come “il più piccolo oggetto spaziale o componente di un paesaggio geografico”. Altri accademici hanno chiarito questo per suggerire che un ecotopo è ecologicamente omogeneo ed è la più piccola unità di terra ecologica rilevante.

Link per acquistare su Amazon




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *