Litsea cubeba

Litsea cubeba

La litsea aromatica o may chang (Litsea cubeba (Lour.) Pers.) è una specie arborea o arbustiva appartenente alla famiglia delle Lauraceae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al:
Dominio Eukaryota,
Regno Plantae,
Divisione Magnoliophyta,
Classe Magnoliopsida,
Sottoclasse Magnoliidae,
Ordine Laurales,
Famiglia Lauraceae,
Genere Litsea,
Specie L. cubeba.
Sono sinonimi i seguenti termini:
– Actinodaphne citrata (Blume) Hayata;
– Aperula citriodora (Siebold & Zucc.) Blume;
– Aperula formosana Nakai;
– Benzoin citriodorum Siebold & Zucc.;
– Benzoin cubeba (Lour) Hatus.;
– Daphnidium cubeba (Lour.) Nees;
– Laurus cubeba Lour.;
– Laurus piperita Meisn.;
– Lindera citrata (Blume) Koidz.;
– Lindera citriodora (Siebold & Zucc.) Hemsl.;
– Lindera dielsii H.Lév.;
– Litsea citrata Blume;
– Litsea citriodora (Siebold & Zucc.) Hatus.;
– Litsea dielsii (H.Lév.) H.Lév.;
– Litsea mollifolia Chun;
– Litsea mollis glabrata Diels;
– Litsea piperita Mirb.;
– Malapoenna citrata (Blume) Kuntze;
– Malapoenna cubeba (Lour.) Kuntze;
– Omphalodaphne citriodora (Siebold & Zucc.) Nakai;
– Persea cubeba (Lour.) Spreng.;
– Tetranthera citrata (Blume) Nees;
– Tetranthera cubeba (Lour.) Meisn.;
– Tetranthera polyantha Wall. ex Nees.

Etimologia –
Il termine Litsea deriva da i due termini cinesi ‘li’, che significa prugna, e ‘tse’, che significa piccolo.
L’epiteto specifico cubeba proviene dall’inglese medievale Quibibe e dal latino medievale cubeba, termine di derivazione dal dialetto arabo kubāba.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
La Litsea cubeba è una pianta originaria della Cina, dell’Indonesia, di Taiwan e di altre parti del sud-est asiatico che cresce in un areale compreso tra l’Asia dell’est, Cina, Giappone, subcontinente indiano, Myanmar, Thailandia, Laos, Vietnam, Malesia e Indonesia.
Il suo habitat sono i pendii soleggiati, boschetti, boschi radi, bordi stradali, sponde dell’acqua ad un’altitudine tra 300 e 3.200 metri.

Descrizione –
Il Litsea cubeba è un albero o arbusto da deciduo a sempreverde, alto 5-12 metri.
Il tronco è diritto.
Le foglie sono oblungo lanceolate, poste in maniera alterna sui rami.
I fiori sono piccoli, di colore biancastro, riuniti in piccoli grappoli e la pianta è dioica, per cui sia le forme maschili che femminili devono essere coltivate per produrre frutti anche se esistono forme con fiori ermafroditi fertili.
I frutti sono delle piccole drupe di colore verde all’inizio e brunastre-marrone a maturazione.

Coltivazione –
La Litsea è un arbusto o un piccolo albero da deciduo a sempreverde che spesso è utilizzata nella medicina tradizionale ed è anche una fonte di aromi alimentari, olio essenziale e legname.
Questa pianta viene raccolta in natura o coltivata commercialmente, in particolare in Cina, Giappone, Indocina e Giava, per il suo olio essenziale.
È un albero a rapida crescita e le piante prodotte da talee possono iniziare a dare i loro frutti quando hanno solo 2-3 anni.
Tutte le parti della pianta hanno un gradevole aroma simile al limone ed è una specie dioica, per cui per ottenere i frutti bisogna coltivare sia il maschio che la femmina, anche se esistono esemplari con fiori ermafroditi fertili.
La propagazione può avvenire sia per seme che per talea.

Usi e Tradizioni –
Il may chang è una pianta che produce un frutto che viene lavorato per il suo olio essenziale di limone.
Viene chiamato “pepe di montagna” (山胡椒; pinyin: shānhújiāo) in mandarino e maqaw (馬告) dagli aborigeni Atayal di Taiwan. L’olio può essere estratto anche dalle foglie, ma questo è considerato di qualità inferiore. Il legno viene talvolta utilizzato per realizzare mobili e oggetti di artigianato. Le parti delle piante sono usate anche in medicina.
La resa in olio essenziale del frutto è del 3-5%. Il componente principale dell’olio è il citrale, al 70-85% dell’olio. Viene prodotto principalmente in Cina da piantagioni ed è commercializzato come “Litsea cubeba”, con una produzione stimata tra le 500 e le 1.500 tonnellate di olio all’anno. L’olio è usato come profumo (soprattutto nelle saponette) e per aromatizzare vari prodotti. È anche usato come materia prima dall’industria chimica per la sintesi di vitamina A e fragranze simili alla viola.
Questo olio essenziale è commercializzato a livello internazionale.
I fiori profumati vengono mangiati o usati come aroma per il tè ed i frutti vengono consumati come contorno di verdure e sono un sostituto comune del Piper cubeba.
Il frutto, la corteccia e le foglie sono spesso usati dal popolo Karen del nord della Thailandia come ingrediente al curry in un piatto chiamato “Kaeng Nuea”.
Le radici vengono cotte come condimento negli alimenti.
Questa pianta ricopre un importante fonte di sostanze per uso medicinale.
Le radici, i ramoscelli, le foglie e i frutti sono tutti usati nella medicina tradizionale per il trattamento di problemi di salute interna, come gonfiore e dolore.
La ricerca ha dimostrato la presenza di diversi alcaloidi in varie parti della pianta.
Tra quelli recentemente isolati e identificati vi sono: laurotetanina, O-metiloblongina, oblongina, xantoplanina e magnocararineu. Gli studi di bioanalisi hanno indicato attività termiche, antiasmatiche e antianafilattiche.
Recenti studi, inoltre, hanno scoperto che l’olio essenziale può essere utile nel trattamento dell’aritmia cardiaca.
L’olio essenziale ha dimostrato proprietà antimicotiche contro diversi agenti patogeni tra cui Alternaria alternata, Aspergillus niger, Candida albicans, Fusarium spp, Helminthosporium spp.
Tutte le parti della pianta di Litsea cubeba sono applicate in medicina e hanno proprietà antiparalitiche, anticefaliche, antiisteriche, carminative, spasmolitiche e diuretiche.
I fiori, le foglie e le pareti dei frutti sono tutte fonti di oli essenziali che vengono lavorati per il citrale e vengono utilizzati anche per la loro fragranza e proprietà medicinali.
Il citrale è utilizzato per la produzione di iononi e precedentemente vitamina A e nelle essenze per cosmetici, alimenti e prodotti del tabacco.
Per il suo gradevole odore e sapore di agrumi contribuisce a conferire un gusto di limone e lime ed è un rinfrescante generale nei gusti alla frutta.
L’olio essenziale principale, noto come “olio di maggio-chang” è ottenuto dal frutto ed è usato in profumeria ed è anche la principale fonte di citrale.
In profumeria, l’olio viene utilizzato come alternativa all’olio di verbena e all’olio di citronella per produrre colonie, spray per la casa, saponi e deodoranti.
Il seme contiene un olio grasso, dal quale si producono acido laurico e acido caprico.
Il frutto viene utilizzato in decotto per il trattamento di vertigini, paralisi e nelle preparazioni post-partum.
Tradizionalmente il popolo Dayak Kenyah del Kalimantan orientale usa i frutti e la corteccia come medicina orale e topica sia per i bambini che per gli adulti. Si applica in caso di febbre, mal di stomaco, dolore toracico e come tonico. È anche un antidoto per curare l’ubriachezza.
Le foglie sono usate per curare le malattie della pelle.
In aromaterapia, l’olio viene applicato come agente rinfrescante contro l’acne e la dermatite e per alleviare l’ansia e lo stress.
Tra gli altri usi si ricorda che il may chang può essere utilizzato come specie pioniera quando si ripristinano i boschi naturali e quando si vuole creare un giardino boschivo.
Inoltre viene allevato come albero da ombra per altre piantagioni ed è piantato come frangivento nelle piantagioni di tè.
Questa specie si dimostra un’ottima pioniera a rapida crescita, di solito gregaria in aree aperte, che si trova lungo i margini delle foreste pluviali tropicali e ai margini delle foreste montane sia inferiori che superiori.
Può essere utilizzata nelle prime fasi nei progetti di riforestazione.
L’albero è piantato come specie pioniera nel nord della Thailandia in progetti di riforestazione per ripristinare i boschi naturali ed è piantato in boschi degradati e aree aperte in consociazione con varie altre specie che hanno tutte la capacità di crescere rapidamente; produce delle chiome dense che sopprimono le erbe infestanti e attira la fauna selvatica che disperde i semi, in particolare uccelli e pipistrelli.
Il legno di questa pianta viene utilizzato per la fabbricazione e la costruzione di mobili in generale.

Modalità di Preparazione –
Litsea cubeba è una pianta coltivata sia per fini alimentari che medicinali e per l’industria cosmetica.
La polpa del frutto ha un sapore simile all’avocado e viene consumata cruda o al vapore con il riso ed è un sostituto comune del Piper cubeba.
L’olio essenziale è commercializzato a livello internazionale per usi cosmetici e medicinali.
I fiori, che sono profumati, vengono mangiati o usati come aroma per il tè. Il frutto, la corteccia e le foglie sono spesso usati dal popolo Karen del nord della Thailandia come ingrediente al curry in un piatto chiamato “Kaeng Nuea”.
Vengono consumate anche le radici, cotte come condimento negli alimenti.

Guido Bissanti

Fonti
– Acta Plantarum – Flora delle Regioni italiane.
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Useful Tropical Plants Database.
– Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.
– Pignatti S., 1982. Flora d’Italia, Edagricole, Bologna.
– Treben M., 2000. La Salute dalla Farmacia del Signore, Consigli ed esperienze con le erbe medicinali, Ennsthaler Editore.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, non rappresentano in alcun modo prescrizione di tipo medico; si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.

Acquisto suggerito





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *