Lacaune

Lacaune

La pecora Lacaune è una razza ovina francese (Ovis aries Linnaeus, 1758) originaria regione del Roquefort (Francia), con attitudine alla produzione di latte.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al:
Dominio Eukaryota,
Regno Animalia,
Phylum Chordata,
Classe Mammalia,
Ordine Artiodactyla,
Sottordine Ruminantia,
Famiglia Bovidae,
Sottofamiglia Caprinae,
Genere Ovis,
Specie O. aries,
Razza Lacaune.

Distribuzione Geografica ed Areale –
La razza ovina Lacaune è originaria dei monti omonimi, nella regione del Roquefort (Francia) ed è la razza di pecore più allevata in Francia, dove è stata accuratamente selezionata per la produzione di latte. Con il suo latte si producono vari tipi di formaggi, tra cui il famoso Roquefort. È allevata anche in molti Paesi Europei, nel Nord e nel Sud America.

Origini e Storia –
La Lacaune è una razza ovina originaria di Lacaune, nel sud della Francia, nei dipartimenti del Tarn e dell’Aveyron e delle aree circostanti. Questa regione è conosciuta collettivamente come il “Settore Roquefort” che fa riferimento all’area di raccolta del latte.
La Lacaune è la razza ovina da latte più diffusa in Francia, con una popolazione di circa 800.000 pecore. In particolare, è la razza predominante utilizzata nella produzione in Francia del formaggio Roquefort.
Le pecore progenitrici arrivarono per la prima volta in questa regione della Francia da 4.000 a 6.000 anni fa. In quel periodo la terra era aspra e desolata ma le pecore potevano adattarsi bene ad essa. A metà del XIX secolo, gli allevatori iniziarono un miglioramento genetico con altre razze locali per produrre una razza di pecore robuste che producessero un latte ricco e una buona carne.
Questo porto allo sviluppo della razza a duplice attitudine originale Lacaune. La Lacaune è stata utilizzata come pecora da latte in Francia per molto tempo, ma la mungitura non era la caratteristica dominante della razza fino a poco tempo fa. Alla fine degli anni ’60, la produzione media di latte per pecora era solo di circa 70 litri all’anno durante il periodo di mungitura (escluso il periodo di allattamento dell’agnello).
Sorprendentemente, alla fine degli anni ’90 la produzione di latte era quadruplicata a 280 litri all’anno. La Lacaune è oggi una delle razze da latte ad alto rendimento al mondo. Questo è stato il risultato di un programma di selezione rigoroso e su larga scala organizzato da un’agenzia governativa francese. Questo programma includeva l’inseminazione artificiale di diversi milioni di pecore nel corso degli anni, una vasta gamma di aiuti governativi per la registrazione delle prestazioni della progenie in molte aziende agricole rispetto alla produzione di latte e altri risultati, una migliore conoscenza della gestione degli animali e della nutrizione per la produzione di latte di pecora e la volontà di molti agricoltori di partecipare al programma e trarre vantaggio da quanto appreso. La combinazione di questi ed altri fattori ha determinato un miglioramento del 6,3% annuo della produzione di latte per pecora nella razza nell’arco dei 30 anni. Il guadagno del 6,3% è scomponibile in “un guadagno fenotipico del 3,9% (migliore gestione e nutrizione) e un guadagno genetico del 2,4%. Dal 1995 il guadagno fenotipico è stato trascurabile”.
Il successo del programma di allevamento su larga scala non ha portato però all’estinzione delle Lacaune preesistenti a bassa produzione di latte.

Morfologia –
La pecora Lacaune ha un peso medio fino a 100 Kg per i maschi e di 65-75 Kg per le femmine con un’altezza al garrese di 70-80 cm.
Questa razza è caratterizzata da una testa fine, allungata, il muso è leggermente arrotondato e le orecchie sono piccole, inclinate verso il basso e sono un po’ flosce rispetto ad altre razze; inoltre è priva di corna in ambo i sessi. La testa è priva di vello.
Le pecore Lacaune sono generalmente di colore bianco.

Attitudine produttiva –
La pecora Lacaune, rispetto ad altre pecore utilizzate principalmente per il loro latte, è una razza molto più resistente. La razza è meno incline alle malattie, ma è comunque consigliato l’incrocio per il vigore ibrido per ridurre la quantità di incidenza della malattia negli agnelli. Inoltre, non hanno tassi di natalità elevati come le altre pecore da latte. Producono meno latte rispetto ad altre razze come la Frisone Orientale, ma il loro latte ha un contenuto di grassi e proteine più elevato che produce una resa maggiore durante la produzione del formaggio.
La razza è, inoltre, adatta a terreni accidentati per via dei piccoli zoccoli che possono procedere meglio sui pendii rocciosi.
Queste pecore hanno anche un temperamento abbastanza audace e sono meno docili di altre razze da latte di pecore.
Anche la produzione di lana in questa razza non è molto importante. Molte pecore Lacaune hanno pochissima lana e la testa, le zampe e talvolta l’intero ventre sono nudi. Il loro doppio strato di lana è in grado di perdere uno strato in estate in modo che possano mantenersi fresche.
Durante la mungitura, le pecore Lacaune hanno un rilascio di ossitocina superiore rispetto ad altre razze con stimolazione del capezzolo. Ciò significa che il latte sarà traslato più facilmente nelle pecore Lacaune che in altre razze ovine da latte. Questa razza ha anche un tempo medio più breve per raggiungere la massima velocità di flusso.
Per quanto riguarda la produzione di carne la resa in macellazione delle pecore Lacaune non è così elevata come in altre razze.
Le pecore Lacaune sono le più adatte alla gestione del pascolo nei loro ambienti. A causa dell’intensificazione dei sistemi di produzione casearia, le pecore Lacaune trascorrono parte dell’anno nell’ovile. Le prime settimane di mungitura si svolgono nell’ovile ma le pecore vengono fatte uscire al pascolo durante il giorno. La pecora Lacaune è la seconda razza ovina da latte più produttiva al mondo.
Per quanto riguarda il parto questo avviene una volta all’anno, verso la fine dell’anno (da novembre a gennaio). Gli agnelli vengono allattati per 5 settimane e poi svezzati in modo che il latte delle pecore possa essere utilizzato per la produzione del formaggio Roquefort. Gli agnelli prodotti che non vengono utilizzati come sostituti della mandria da latte vengono avviati al mercato. A causa del periodo di parto, gli agnelli di Lacaune sono solitamente i primi ad arrivare sul mercato ogni anno.
Questa razza, come detto, è il frutto di un accurato programma di selezione che, dall’inizio del programma, ha portato ad un miglioramento di oltre 5 L per lattazione, 0,19 g/L di contenuto di grassi e 0,17 g/L di contenuto di proteine grezze. La razza Lacaune, grazie a questo vasto programma, ha la genetica più studiata di qualsiasi razza ovina da latte al mondo.
Uno dei motivi per cui questo programma ha avuto tanto successo è stata l’intensa diminuzione del costo della genotipizzazione e del sequenziamento del genoma negli animali.
Per quanto riguarda la qualità del latte, questo è generalmente descritto come sano, con un alto contenuto di grassi e proteine e un sapore ricco. Il contenuto di grasso di burro del latte lo rende adatto alla produzione di molti diversi tipi di formaggio.
L’utilizzo principale della pecora Lacaune è però per la produzione del formaggio Roquefort. Il loro è l’unico latte utilizzato per produrre il formaggio. Il Roquefort è un formaggio erborinato che viene solitamente prodotto con latte non pastorizzato di pecora Lacaune. Il formaggio è semimorbido ed ha solitamente una consistenza cremosa e friabile.

Guido Bissanti

Fonti-
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Daniele Bigi, Alessio Zanon , 2010. Atlante delle razze autoctone. Bovini, equini, ovicaprini, suini allevati in Italia, Edagricole-New Business Media, Bologna.

Link per acquistare su Amazon




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *