Clima mediterraneo

Clima mediterraneo

Con il termine clima mediterraneo, definito in climatologia con la sigla Cs (secondo la classificazione climatica di Köppen, che lo chiamò clima etesio) si intende un clima di un’area tra le meno estese tra quelle dei climi temperati.
Il clima mediterraneo è caratterizzato da temperature miti. Il clima mediterraneo appartiene al clima temperato. È un clima particolarmente secco nel periodo estivo e mite in quello invernale. Le precipitazioni piovose si concentrano dall’autunno alla primavera. Le precipitazioni nel mese più secco dell’anno sono inferiori a 30 mm e circa un terzo rispetto al mese più piovoso.
La scarsità delle precipitazioni nel periodo estivo, almeno due mesi consecutivi di siccità, è una peculiarità del clima mediterraneo. Nelle altre classificazioni climatiche le precipitazioni si concentrano nella stagione calda.
Nel clima mediterraneo il mare contribuisce a determinare il clima, il quale è temperato caldo, con escursioni termiche giornaliere ed annue modeste (inferiori a 21 °C): infatti il mare trattiene il calore estivo accumulandolo e rilasciandolo poi durante il periodo invernale.
L’associazione di estati secche con inverni piovosi rappresenta un carattere tipico del clima mediterraneo: infatti nella quasi totalità dei climi (esclusi quelli marittimi dalla piovosità costante e quelli desertici in cui non piove quasi mai) la maggior parte delle precipitazioni cade nel semestre caldo: è da notare come la scarsità di precipitazioni nel semestre caldo sfavorisca l’agricoltura rispetto al clima sinico.
Köppen definì il clima Cs come quello in cui il mese più scarso di precipitazioni nel semestre caldo ha un totale di precipitazioni inferiore a un terzo di quello del mese invernale più piovoso e in ogni caso inferiore a 30 mm. Se il mese più secco presenta un totale inferiore a un terzo di quello del mese più piovoso ma superiore a 30 mm si identificherà come Cfs
Il clima mediterraneo si distingue nei seguenti sottotipi: Csa con estate calda e Csb con estate più tiepida.
– Il sottotipo Csa, nel quale la temperatura del mese più caldo è superiore a 22 °C, si trova lungo le aree costiere del Mediterraneo e del Vicino oriente, mentre nelle zone costiere esterne si hanno temperature inferiori (a Essaouira in Marocco la temperatura media di luglio è di 20 °C). Temperature decisamente elevate si registrano nell’entroterra californiano (Red Bluff, con una temperatura media di luglio di 27,5 °C).
– Il sottotipo Csb è tipico delle zone costiere della California e dell’Oregon come Santa Monica e San Francisco rispettivamente con una media di 18,9 °C e 17,7 °C. Anche alcune zone della Francia, del Marocco, della Turchia, del Cile e dall’Australia appartengono a questo sottotipo. Un’estrema regolarità della temperatura si ha nelle Isole Farallon al largo di San Francisco, dove la temperatura media del mese più freddo è di 12 °C e quella del mese più caldo di 14 °C.

Nel clima mediterraneo sono poi presente delle zone che rappresentano dei regimi climatici di transizione. Rientrano in questi il Clima mediterraneo continentale ed il Clima sub mediterraneo.
Il clima mediterraneo continentale, di transizione verso il clima steppico, si caratterizza per la minor durata della stagione piovosa invernale e per le maggiori escursioni termiche, sia diurne che annuali.
Il clima submediterraneo, di transizione verso il clima temperato umido, si contraddistingue per la minor durata della stagione secca estiva, per le temperature relativamente più basse nonché per la probabilità di precipitazioni nevose, seppur non molto frequenti. in Italia questo clima si può trovare lungo le coste del Lago di Garda.
Regioni con clima mediterraneo –
Nell’area climatica influenzata dal Mar Mediterraneo si contano diversi paesi: la Spagna meridionale, la Francia meridionale, gran parte dell’Italia, l’isola di Malta, la Grecia, le isole Canarie, le isole Baleari, la Corsica, l’isola di Creta, la penisola balcanica, l’isola di cipro, le coste meridionali della Turchia, le coste mediterranee del Medio Oriente (Siria, Libano, Israele) e le coste occidentali del Nord Africa. Oltre ai paesi bagnati dal Mar Mediterraneo sono considerate regioni a clima mediterraneo anche la California, il Cile Centrale, la costa sudoccidentale dell’Australia e la costa sudoccidentale del Sud Africa, la costa atlantica del Marocco.
Al di fuori di quest’area alcune zone della Terra sono caratterizzate da un clima simile. Lo si ritrova anche nelle coste turche e del Vicino Oriente. In Africa si trova un clima mediterraneo sulle coste del Maghreb e nella regione del Capo; nelle Americhe hanno un clima paragonabile la California costiera e il Cile centrale e in Australia la costa sudoccidentale. In sintesi, si tratta di zone climatiche situate poco più a nord o poco più a sud dei Tropici, che rendono il clima piuttosto mite. È questa la ragione per cui il clima mediterraneo viene talvolta considerato subtropicale, come per esempio da Troll e Paffen.
Vegetazione del clima mediterraneo –
Il clima mediterraneo è caratterizzato da un’agricoltura ed un allevamento che sono praticati da secoli. In queste zone l’estate è molto arida e gli agricoltori usano sistemi d’irrigazione capaci di sfruttare sia le acque di superficie sia le falde acquifere, per coltivare olivi, vite, agrumi e cereali. Dove non vi sono coltivazioni agricole c’è una vegetazione sempre verde di tipo forestale oppure di tipo a boscaglia;
Il clima mediterraneo ha determinato vari ecosistemi, tra cui il più famoso è la macchia mediterranea.

Link per acquistare su Amazon




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *