Haplopappus baylahuen

Haplopappus baylahuen

Il bailahuén (Haplopappus baylahuen J. Rémy) è una specie erbacea appartenente alla famiglia delle Asteraceae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al:
Dominio Eukaryota,
Regno Plantae,
Divisione Magnoliophyta,
Classe Magnoliopsida,
Sottoclasse Asteridae,
Ordine Asterales,
Famiglia Asteraceae,
Sottofamiglia Asteroideae,
Tribù Astereae,
Genere Haplopappus,
Specie Haplopappus.
Sono sinonimi i termini:
– Aster baylahuen (J.Rémy) Kuntze;
– Aster lastarrianus (J.Rémy) Kuntze;
– Haplopappus domeykoi Phil.;
– Haplopappus fluehmannii Phil.;
– Haplopappus lastarrianus J.Rémy;
– Haplopappus Medicinalis Phil.

Etimologia –
Il termine Haplopappus deriva dal Greco haplóos, singolo o semplice in riferimento al singolo pappo attaccato a ciascun seme.
L’epiteto specifico baylahuen viene da “vain”, bollire e “lahuen”, pianta medicinale.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
L’ Haplopappus baylahuen è una pianta erbacea con steli legnosi alla base che si trova nelle aree della cordigliera del Cile.

Descrizione –
L’ Haplopappus baylahuen è una pianta che cresce normalmente fino 0,80 – 1,00 metri in forma di cespuglio.
Le foglie sono semplici e le infiorescenze a capolino di colore giallo.
I fiori sono ermafroditi e la corolla è gamopetala. Gli stami sono 5. L’ovario è intero.
Il frutto è un achenio, detto cipsela.

Coltivazione –
L’ Haplopappus baylahuen è una pianta spontanea che cresce in aree aride e rocciose e che viene raccolto allo stato naturale per scopi medicinali. Di questa pianta si raccolgono, a tal fine, foglie, fiori ed anche gli steli.

Usi e Tradizioni –
Questa pianta, così come altre specie simili, è stata utilizzata, fin dall’antichità, in medicina, principalmente per alleviare i problemi di stomaco, ma sono state scoperte anche altre proprietà, come quelli per aiutare ed alleviare i sintomi di raffreddore, influenza, polmonite. Un’altra delle sue proprietà è quella di aiutare la digestione di grassi e proteine. È usato come afrodisiaco e antisettico. La pianta avrebbe anche un effetto antiflatulento e proprietà purificanti.
È una delle dieci piante medicinali più utilizzate in Cile.
La ricerca ha individuato in questa pianta proprietà stimolanti del fegato ed antiossidanti.
La caratterizzazione chimica ha mostrato importanti livelli di flavonoidi e cumarine.

Modalità di Preparazione –
Del bailahuén, per i vari scopi terapeutici, vengono utilizzate sia le foglie che i fiori e gli steli.

Guido Bissanti

Fonti
– Acta Plantarum – Flora delle Regioni italiane.
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Useful Tropical Plants Database.
– Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.
– Pignatti S., 1982. Flora d’Italia, Edagricole, Bologna.
– Treben M., 2000. La Salute dalla Farmacia del Signore, Consigli ed esperienze con le erbe medicinali, Ennsthaler Editore.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, non rappresentano in alcun modo prescrizione di tipo medico; si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.