Come propagare la Melissa

Come propagare la Melissa

La melissa vera (Melissa officinalis L., 1753) è una piccola pianta erbacea perenne ed aromatica della famiglia delle Lamiacee.
Questa pianta è originaria dell’Europa meridionale e dell’Asia occidentale. In Italia è presente in tutte le regioni, dal piano ai 1.000 metri.
La melissa, come tutte le piante di menta, si può riprodurre facilmente per seme, per talea di punta o mettendo a dimora dei pezzi di stoloni radicati. La sua coltivazione può avvenire sia in vaso o in terra piena.
Per la sua riproduzione è importante scegliere una zona parzialmente ombrosa. Per i dettagli della tecnica di coltivazione si rimanda alla seguente scheda.

Propagazione per seme –
Se si opta per la riproduzione per seme si consiglia di effettuare questa operazione in primavera o in semenzaio protetto o direttamente a dimora quando il periodo delle gelate notturne è del tutto scongiurato.
Il seme va ricoperto con uno strato leggero (0,5 – 1 cm) di terriccio fine, costipato leggermente ed irrigato tramite sistema di nebulizzazione. L’apporto di acqua va fatto più volte durante il giorno, avendo cura di non causare ristagni ma assicurandosi che fino alla emissione dei primi germogli il terreno rimanga sempre umido.
Quando le piantine avranno raggiunto circa 5 cm potranno essere trapiantate in buche ben lavorate ad una distanza di circa 30 cm l’una dall’altra in modo che abbiano spazio sufficiente per crescere e infoltirsi; in questo periodo le piantine andranno annaffiate abbondantemente; solo quando le piantine avranno attecchito bene le annaffiature andranno ridotte in modo da non compromettere il contenuto aromatico delle piante.

Propagazione per divisione dei cespi –
La melissa si può propagare anche per divisione dei cespi. Questa tecnica si attua, dividendo piante già accestite ed interrando i singoli cespi alle stesse distanze, prima descritte ed avendo cura di irrigare allo stesso modo delle piante trapiantate da seme. Anche qui quando le piantine inizieranno ad emettere nuovi getti, si potranno ridurre le annaffiature per non compromettere il contenuto aromatico delle piante.

Propagazione per talea di punta –
La propagazione per talea di punta va effettuata alla fine del periodo invernale, quando si è certi che non si andrà incontro ad eventuali gelate. Si preleveranno delle talee terminali di 5 – 7 cm avendo cura di piantarle come si opera per i cespi ma avendo cura di ombreggiare ancora di più. Irrigazione e trapianto successivo procedono poi allo stesso modo.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *