Cippatrice

Cippatrice

La cippatrice è una macchina usata per lavorare vari materiali lignei e ridurli in piccole scaglie il legno.
Il materiale così ottenuto prende il nome di cippato ed ha una pezzatura che va da 10 a circa 70 millimetri.
Il cippato può essere adoperato in processi industriali per produrre carta o pannelli, oppure essere utilizzato come combustibile.
Le più comuni cippatrici sono di due tipi: cippatrice a disco e cippatrice a tamburo.
Le cippatrici, a seconda delle dimensioni e della potenza, sono in grado di lavorare ramaglie di pochi millimetri di diametro nei modelli hobbistici, fino a piante intere con tronco e chioma per modelli industriali con potenze di centinaia di kW.
Le scippatrici di piccole dimensioni prendono anche il nome di biotrituratori.

I biotrituratori nascono come macchine adatte allo smaltimento autonomo degli scarti organici derivanti dalle operazioni di potatura e pulizia degli ambienti verdi. Grazie ad un sistema a motore o elettrico a seconda del modello, queste macchine riescono a sminuzzare e tritare finemente rami, foglie e residui di verde come pezzi di tronchi e arbusti, fornendo un materiale organico molto prezioso per diversi utilizzi, dalla fertilizzazione dei terreni al riscaldamento di alcuni dispositivi.
La sostanza che si ricava dalla triturazione dei biotrituratori, o biotrituratrici è molto simile per consistenza alla terra quando è tritata finemente. In realtà l’humus, per la terra è qualcosa di molto più complesso e prezioso di un semplice rifiuto: è un potente fertilizzante in grado di restituire al terreno una miriade di sostanze nutritive e di proprietà chimico-fisiche.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *