Come si propaga il Lampone

Come si propaga il Lampone

Il lampone rosso o lampone europeo (Rubus idaeus L., 1753) è una pianta arbustiva della famiglia delle Rosaceae.
Prima di addentarci nel metodo di propagazione bisogna evidenziare che i lamponi possono essere distinti in due grandi gruppi di varietà: le varietà unifere e le varietà bifere.
Le varietà unifere sono quelle che producono una sola volta l’anno prevalentemente sui tralci dell’anno precedente.
Le varietà bifere (o rifiorenti) sono quelle capaci di produrre sia sui rami dell’anno precedente (giugno-luglio) che sui polloni dell’anno (settembre-ottobre) anche se, di preferenza, queste varietà si coltivano in genere per la sola produzione autunnale privilegiando così la qualità (pezzatura) dei frutti.
Inoltre ci sono varietà a bacca rossa o a bacca gialla.

Moltiplicazione –
Il lampone è una pianta che si può propagare sia per seme che per divisione dei cespi.
Nella propagazione vegetativa si tenga conto che il lampone produce dalle radici, annualmente, molti polloni, ma ognuno vive due anni; è quindi una pianta biennale.
I polloni producono frutti al secondo anno in luglio-agosto, dopodiché seccano e vanno tagliati.
La propagazione per via vegetativa avviene, separando i giovani polloni basali dalla pianta madre e mettendoli a radicare in substrato non molto ricco di sostanza organica, possibilmente molto soffice e sabbioso. Questo permetterà di formare un buon apparato radicale.
Una volta che i polloni avranno formato un buon apparato radicale si possono impiantare considerando che, se dovete fare una coltivazione con più piante queste vanno poste in filari con distanza di circa 2 m sulle file e circa 70 cm tra le file.
Inoltre le piante vanno allevate con tutori o paletti di sostegno.
Inoltre prima dell’impianto si consiglia di effettuare, nel periodo autunnale, una concimazioni di fondo a base di letame maturo oppure altra sostanza organica ben umificata; per la tecnica di coltivazione di dettaglio si rimanda alla seguente scheda.
I lamponi coltivati in vaso possono essere messi a dimora tutto l’anno.

Cultivar –
Tra le cultivar si distinguono ovviamente quelle unifere e quelle bifere:
– tra le cultivar unifere ricordiamo: Glen Moy (precoce), Canby (senza spine per l’industria), Fairview (con frutti conici, rustica), Glen Prosen e Summer (per la surgelazione), Titan (con frutti di grossa pezzatura, conici).
– tra le cultivar bifere sono da segnalare: Ruby (adatta a tutti gli ambienti), Heritage (molto produttiva), Rossana (tardiva e con frutti molto resistenti ai trasporti, adatta a particolari ambienti).

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *