Chorinea sylphina

Chorinea sylphina

La Sylphina angel (Chorinea sylphina Bates, 1868) è una farfalla appartenente alla famiglia dei Riodinidae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Animalia, Sottoregno Eumetazoa, Superphylum Protostomia, Phylum Arthropoda, Subphylum Tracheata, Superclasse Hexapoda, Classe Insecta, Sottoclasse Pterygota, Coorte Endopterygota, Superordine Oligoneoptera, Sezione Panorpoidea, Ordine Lepidoptera, Sottordine Glossata, Infraordine Heteroneura, Divisione Ditrysia, Superfamiglia Papilionoidea, Famiglia Riodinidae, Sottofamiglia Riodininae e quindi al Genere Chorinea ed alla Specie C. sylphina.
Sono sinonimi i termini:
– Zeonia sylphina Bates, 1868;
– Chorinea sylphina terpsichore Stichel, 1910.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
La Chorinea sylphina è una farfalla che vive nelle aree andine dell’Ecuador, Perù e Bolivia in un habitat caratterizzato dalla foresta pluviale, ad altitudini tra circa 2000 e 3000 m. s.l.m..

Morfologia –
La Chorinea sylphina è un lepidottero, di colore nero, caratterizzato da un’apertura alare che oscilla mediamente tra 8 e 12 cm, con ali marginate di nero e con striature laterali e verticali nere che compongono formazioni alari trasparenti.
La parte inferiore di queste è di colore giallo – arancio.
La struttura e l’origine della trasparenza delle ali di Chorinea sylphina, sono state esplorate usando la microscopia ottica, la microscopia elettronica a scansione, la fotografia UV, la spettrofotometria e la polarimetria ottica.
Si è scoperto che queste presentano una trasmissione significativa e una minuscola riflessione in tutto il regime visibile nello spettro elettromagnetico.
Si è, inoltre, compreso che trasparenza deriva dalla scarsità, dalla semitrasparenza e dall’orientamento verticale delle singole scaglie sulla membrana dell’ala.
I colori rosso e marrone scuro delle aree non trasparenti delle ali hanno un’origine pigmentaria.
Le aree trasparenti delle ali funzionano come assorbenti polarizzatori.
Le uova sono rosate e finemente scolpite.

Attitudine e Ciclo biologico –
La femmina depone le uova in lotti ordinati, fino a circa 160, sul lato inferiore delle foglie delle piante di cui si alimentano, che includono Prionostemma (Hippocrataceae) e Maytenus (Celastraceae).
Le larve appena emerse si nutrono gregariamente, rodendo la cuticola sulla superficie superiore delle foglie.
Dopo il 3° stadio si nutrono invece in maniera solitaria; ogni larva vive all’interno del proprio rifugio fogliare.
Anche la pupa si forma all’interno di un riparo fogliare.
Le farfalle trascorrono la maggior parte del loro tempo in gruppi di 5-12 sul lato inferiore delle foglie ad un’altezza di circa 5 m.
A livello del suolo invece vengono osservate quasi sempre singolarmente.
Queste farfalle volano in pieno sole e di tanto in tanto si possono osservarel sul bordo di corsi d’acqua o di pozzanghere.

Ruolo Ecologico –
La Sylphina angel è una farfalla che vola in pieno sole e che occasionalmente si sistemano sulle foglie dei cespugli. Per questa caratteristica quando osservate in volo, le ali trasparenti di questa bellissima farfalla riflettono una miriade di tonalità luccicanti cangianti tra il verde, blu e rosa che incantano che le osserva.
Tra l’altro mentre svolazzano rapidamente intorno a cespugli e arbusti, potrebbero facilmente essere scambiate per libellule, fino a quando non si posa sotto una foglia e smette di svolazzare.
Queste farfalle si incontrano comunque raramente.
Il genere Chorinea comprende 8 specie, tutte che seguono lo stesso modello alare di base della silfina, ma che variano nella configurazione e nell’estensione dei segni rossi sulle loro zampe posteriori.

Guido Bissanti

Fonti
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Russo G., 1976. Entomologia Agraria. Parte Speciale. Liguori Editore, Napoli.
– Tremblay E., 1997. Entomologia applicata. Liguori Editore, Napoli.

Link per acquistare su Amazon



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *