Calopteryx virgo

Calopteryx virgo

La Calotterice vergine (Calopteryx virgo Linnaeus, 1758) è un insetto appartenente alla famiglia delle Calopterygidae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Animalia, Sottoregno Eumetazoa, Ramo Bilateria, Phylum Arthropoda, Subphylum Tracheata, Superclasse Hexapoda, Classe Insecta, Sottoclasse Pterygota, Coorte Exopterygota, Subcoorte Palaeoptera, Ordine Odonata, Sottordine Zygoptera, Superfamiglia Calopterygoidea, Famiglia Calopterygidae e quindi al Genere Calopteryx ed alla Specie C. virgo.
In Italia è presente con due sottospecie che sono: Calopteryx virgo padana, diffusa solo nel Nord Italia, e Calopteryx virgo meridionalis, diffusa in tutto il territorio nazionale.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
La Calopteryx virgo è una specie con una distribuzione nel continente europeo con un limite di diffusione corrispondente alla penisola scandinava (Svezia, Finlandia) ed è presente, come limite meridionale fino ad una piccola area del Marocco mediterraneo.
In Italia è presente in tutte le regioni, soprattutto nelle zone di bassa montagna, fino a 1.258 m di quota, con l’eccezione della Sardegna e della Puglia ed oramai quasi sicuramente anche per la Sicilia.
L’ habitat di questo insetto è rappresentato da zone con presenza di specchi d’acqua correnti, con una netta preferenza per quelle boschive di ridotte dimensioni, fresche o fredde, ombrose e ben ossigenate, dove la si vede volare da maggio ad ottobre.

Morfologia –
La Calotterice vergine, allo stato adulto, si riconosce per la sua livrea elegante, con colorazioni metalliche differenti nei due sessi.
Il maschio ha ali brune e corpo azzurro metallico, colorazione che si estende anche ad alcune nervature longitudinali. La femmina ha invece ali brune e corpo bruno-verdastro con riflessi iridescenti.
Il capo è dicoptico e le ali anteriori sono uguali, nella forma e nello sviluppo, a quelle posteriori. In posizione di riposo sono reciprocamente accostate e tenute verticali.
Le larve sono provviste di tre lobi respiratori caudali.

Attitudine e Ciclo biologico –
Gli adulti di questa libellula compaiono dai primi di maggio, con sfarfallamenti che possono continuare fino alla fine di agosto, e con una vita media di circa un mese.
Raggiunta la maturazione sessuale, che si ha in una quindicina di giorni, i maschi occupano un territorio ben delimitato, all’interno del quale avviene l’accoppiamento.
Le femmine ovidepongono all’interno di steli di piante acquatiche.
L’insetto sverna allo stadio giovanile ed il ciclo di sviluppo ha normalmente una durata di due anni.
La Calopteryx virgo è una specie zoofaga i cui individui giovani predano nell’acqua larve di insetti, piccoli pesci e altri animali, mentre gli adulti catturano insetti vari in volo.

Ruolo Ecologico –
Calopteryx virgo è un mediocre volatore in habitat legati soprattutto alle acque correnti dove frequenta corsi d’acqua e canali in cui si rinviene numerosa.
Comunque si possono osservare anche individui adulti isolati anche lontano dall’acqua, nelle radure e nei boschi.
Nonostante la diminuzione, la distruzione di alcuni habitat e l’inquinamento delle acque, questa specie non è, al momento, particolarmente minacciata.
Vengono però documentati fenomeni di estinzione locale in aree sottoposte a pratiche di frutticoltura intensive.
Al momento non sono quindi in atto, e non si ritengono attualmente necessarie, misure di conservazione specifiche, a parte una generale tutela degli habitat.

Guido Bissanti

Fonti
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Russo G., 1976. Entomologia Agraria. Parte Speciale. Liguori Editore, Napoli.
– Tremblay E., 1997. Entomologia applicata. Liguori Editore, Napoli.

Link per acquistare su Amazon




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *