Abies veitchii

Abies veitchii

L’ Abete di Veitch (Abies veitchii Lindl.) è una specie arborea appartenente alla famiglia delle Pinaceae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al:
Dominio Eukaryota,
Regno Plantae,
Divisione Pinophyta,
Classe Pinopsida,
Ordine Pinales,
Famiglia Pinaceae,
Genere Abies,
Specie A. veitchii.
Sono sinonimi i termini:
– Picea veitchii (Lindl.) Gordon;
– Pinus selenolepis Parl.;
– Pinus veitchii (Lindl.) W.R.McNab.
All’interno di questa specie si riconoscono le seguenti varietà:
– Abies veitchii var. veitchii. Endemico di Honshū; Densamente pubescente. Foglie lunghe 1,5–3 cm; bande stomatiche bianco bluastre.
– Abies veitchii var. sikokiana (Nakai) Kusaka. Endemico di Shikoku; NT. Leggermente pubescente. Foglie lunghe 1–2 cm; bande stomatiche bianche. Per molti aspetti intermedio tra var. veitchii e Abies koreana, è stata trattata da alcuni autori come una specie distinta Abies sikokiana.

Etimologia –
Il termine Abies viene da Abies che è il nome classico latino (Virgilio, Egloghe, dalla radice sanscrita abh sgorgare della resina); secondo un’altra interpretazione deriverebbe dalla parola greca ἄβιος = longevo.
L’epiteto specifico veitchii fu assegnato in onore di John Gould Veitch che rinvenne la specie sul Fuji nel 1861.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
L’ Abies veitchii è una conifera endemica delle isole di Honshū e Shikoku in Giappone.
Il suo habitat è quello delle altitudini tra 1200 e 2800 m, su suoli normalmente di origine vulcanica, podzolici e ben drenati; il clima di riferimento è fresco e umido con precipitazioni annue comprese tra 1000 e 2500 mm, e inverni freddi e nevosi. I frequenti tifoni causano estese distruzioni alle foreste, limitandone l’età a 250-300 anni. Forma frequentemente foreste miste con altre conifere (Abies mariesii, Picea jezoensis hondoensis, Larix kaempferi, Thuja standishii, Pinus parviflora, Pinus pumila e Tsuga diversifolia) e alcune caducifoglie come Betula ermanii, Sorbus commixta, Prunus nipponica, Betula corylifolia e specie del genere Acer.

Descrizione –
L’ Abies veitchii è una conifera sempreverde di taglia medio-piccola; questa pianta cresce sino a 40 – 60 metri d’altezza. Il tronco è arrotondato, di diametro fino a 2 metri e presenta una chioma che assume forma piramidale o conica. I rami sono corti e snelli, si diramano orizzontalmente e hanno un portamento ascendente in punta. I germogli, che inizialmente sono verdi o marrone chiaro, diventano grigio-giallastri nel secondo anno; hanno superficie liscia che diventa leggermente solcata successivamente, con pubescenza giallastra.
La corteccia è di colore grigio-verdastra da giovane e liscia, con prominenti sacche resinose; nella parte bassa del fusto si sfoglia in scaglie con il passare degli anni.
Le foglie sono aghi lunghi 1,5-3 cm, larghi 1,5-2,2 mm, con lamina lineare o falcata, arrangiati a spirale e diffusi radialmente con quelli superiori più o meno a pettine e quelli inferiori diretti in avanti; l’apice dell’ago è emarginato o troncato. Il loro colore è verde scuro superiormente, con due bande biancastre di stomi inferiormente. Le gemme sono arrotondate e ovoidali, resinose.
Gli strobili maschili sono lunghi 10-15 mm, ascellari e pendenti, giallastri con microsporofilli rossi.
I coni sono eretti, di forma che varia tra ellissoidale e cilindrica, lunghi 4,5-7,5 cm e larghi 2-2,5 cm , di color viola-bluastro scuro prima della maturità, poi marrone-nerastro; hanno punta ottusa o papilliforme. Le scaglie sono reniformi o quasi a punta di freccia, con superficie liscia, lievemente pubescenti nelle parti esposte. Le brattee sono obcordate, lunghe 1-1,2 cm, dritte o ricurve. I semi alati, di color nero-grigiastro con riflessi verdi, lunghi 5-6 mm, sono cuneati.

Coltivazione –
L’ Abies veitchii L’ Abies veitchii è una conifera sempreverde che cresce rapidamente che viene coltivata al di fuori del suo areale anche per albero di Natale o come pianta ornamentale.
È una pianta che ha bisogno di precipitazioni elevate e inverni freddi.
Dal punto di vista pedologico predilige suoli umidi, ben drenati, di origine vulcanica con pH tendente all’acido.
È molto tollerante all’ombra da giovane, ma non è longevo.
La propagazione avviene per seme.
Le giovani piantine vanno trapiantate quando non hanno raggiunto dimensioni superiori ai 60 cm.

Usi e Tradizioni –
L’Abies veitchii (シラビソ o シラベ shirabiso o shirabe) è un abete originario del Giappone, presente nelle isole di Honshū e Shikoku dove cresce in suoli umidi nelle fresche foreste di montagna.
Questa pianta viene utilizzata per il suo legname e come ornamentale e come albero di Natale.
Il legno è di bassa qualità, e viene utilizzato principalmente nell’industria cartaria. È abbastanza comune come albero ornamentale in giardini, parchi e orti botanici; specialmente in Inghilterra ebbe una buona popolarità alla fine del diciannovesimo secolo, quando i primi semi vennero importati dal Giappone, popolarità poi soppiantata successivamente da altre specie botaniche.
Questa conifera, pur essendo il suo areale progressivamente ristretto alle quote più elevate e meno urbanizzate, riesce a rigenerarsi in modo tale da non essere considerata in pericolo; viene classificata pertanto come specie a rischio minimo di estinzione (Least Concern) nella Lista rossa IUCN.

Modalità di Preparazione –
L’Abies veitchii è una pianta di cui non si conoscono impieghi alimentari o medicinali.
Viene utilizzata per il suo legname o come pianta ornamentale ed, occasionalmente, coltivata per gli alberi di Natale.
Il legno è robusto ed elastico e viene utilizzato nell’edilizia, nelle scatole, negli utensili e nei fusi.

Guido Bissanti

Fonti
– Acta Plantarum – Flora delle Regioni italiane.
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– GBIF, the Global Biodiversity Information Facility.
– Useful Tropical Plants Database.
– Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.
– Pignatti S., 1982. Flora d’Italia, Edagricole, Bologna.
– Treben M., 2000. La Salute dalla Farmacia del Signore, Consigli ed esperienze con le erbe medicinali, Ennsthaler Editore.
Fonte foto:
https://treesandshrubsonline.org/articles/abies/abies-veitchii/
https://bridge.botany.ubc.ca/herbarium/images/vwsp_images/Large_web/V177476.jpg

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, non rappresentano in alcun modo prescrizione di tipo medico; si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.