Falso frutto

Falso frutto

Con il termine di falso frutto, in botanica, si intende quel frutto che deriva oltre che dalla trasformazione dell’ovario, anche da quella di altri organi (ricettacolo, calice, brattee involucrali).
Il falso frutto, definito anche frutto complesso, pseudofrutto, o pseudocarpo ha una struttura che deriva, quindi, dalla trasformazione non soltanto dell’ovario, ma anche di altri organi del fiore come il ricettacolo o parti del perianzio quali sepali o petali.
Tuttavia i falsi frutti, nel linguaggio comune, vengono comunemente indicati come frutti.
Un esempio di falso frutto è la mela o la pera in cui il vero frutto (ovvero la trasformazione dell’ovario) è il torsolo, la parte commestibile è il ricettacolo ovvero la parte finale del peduncolo fiorale ingrossato.
Tra i falsi frutti si ricordano, oltre alla mela e alla pera anche: banana, fragola, zucca, melograno, cinorrodo, ecc..




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *