Mappa geografica della Repubblica del Congo

Mappa geografica della Repubblica del Congo

La Repubblica del Congo è uno Stato dell’Africa centrale e un’ex-colonia francese. Dal 1969 al 1992 fu denominata Repubblica Popolare del Congo.
Questo Paese confina a nord con il Camerun e la Repubblica Centrafricana, a est e a sud con la Repubblica Democratica del Congo, a sud per un breve tratto con l’exclave angolana di Cabinda, a sud-ovest si affaccia sul Golfo di Guinea e a ovest confina con il Gabon.
Dal punto di vista politico la Repubblica del Congo è una repubblica presidenziale con lingua ufficiale il francese.
La capitale della Repubblica del Congo è Brazzaville con una popolazione di 1.373.382 abitanti (2007).
La popolazione totale di questo Paese è di 5.125.821 abitanti (2017).

Geografia –
La Repubblica del Congo è un paese ricoperto per il 65% da foreste pluviali, che forniscono specie pregiate di legname da esportazione. Per il resto, le pianure caratterizzano la costa atlantica fino alle montagne Mayumbe, mentre la parte settentrionale del paese è occupata da un vasto altopiano solcato da numerosi affluenti del fiume Congo che scorre lungo il confine dello stato. Il clima è sempre caldo e umido, con le temperature medie annuali che nella capitale Brazzaville si aggirano attorno ai 25-26 gradi privilegiando il secondo dato e nelle aree che si affacciano sull’oceano atlantico si caratterizzano per scarto contenuto (di 5-7 gradi) tra minima e massima giornaliera. La “stagione secca” è più prolungata nei pressi delle montagne Mayumbe al confine Sud.
Gran parte del paese fa parte del bacino idrografico del Congo a eccezione dell’area costiera che appartiene al bacino del Kouilou e che è separata dal bacino del Congo dai rilievi della zona Cabinda. Le acque giungono al Congo tramite diversi fiumi che attraversano il paese come il Sangha, il Likouala e l’Alima.

Clima –
Il clima della Repubblica del Congo è di tipo equatoriale o “subequatoriale” soprattutto ai confini Sud, evidentemente piovoso da gennaio a maggio e con un tasso medio elevatissimo di umidità rispetto alla media annuale delle temperature che si aggira tra i 26 e i 27 gradi. Non ci sono stagioni (piogge-secca) precise in nessuna zona del paese; solo ai confini Sud vi è un buon periodo più stabilmente soleggiato ma mai completamente affidabile; in genere nella Repubblica del Congo e in tutti i Paesi equatoriali giornate soleggiate e piovose si alternano ma spesso presentano entrambe le caratteristiche.

Flora –
Il bacino del Congo è una delle più grandi riserve di biodiversità del pianeta. Molte delle specie vegetali e animali che abitano la foresta equatoriale sono però in pericolo a causa dell’azione umana. Per fortuna nel bacino nord-occidentale del fiume Congo si trova uno dei tre parchi nazionali che formano il Sangha Trinational, sito che fa parte del patrimonio dell’UNESCO. Gli altri due parchi appartengono a Camerun e Repubblica Centrafricana.

Fauna –
La zona equatoriale e subequatoriale è una delle zone a più elevato grado di biodiversità del pianeta. Purtroppo questa biodiversità è stata erosa soprattutto negli ultimi secoli ed anche molti animali sono a rischio di estinzione. Tra gli animali più noti a rischio di estinzione in questa area vi sono il gorilla e lo scimpanzé.
Per proteggere questo proprio patrimonio naturale, il governo congolese ha istituito, come detto, diverse aree protette, tra le quali tre parchi nazionali e quattro zone di protezione per gorilla e scimpanzé.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *