Come si coltiva l’Olivagno

Come si coltiva l’Olivagno

L’Olivagno o olivo di Boemia (Elaeagnus angustifolia L.) è un albero della famiglia delle Elaeagnaceae originario dell’Asia occidentale (fino all’Afghanistan) ed introdotto in Europa nel Seicento, è oggi largamente diffuso come pianta ornamentale.
Questa pianta ha fiori singoli, a coppie o a tre, ascellari, provvisti di peduncolo, con calice tubuloso terminante in un lembo a 4 denti, giallo sporco, lungo fino a 8 mm.
La fioritura avviene in primavera, ed è capace di attirare diverse specie di insetti.
Il frutto (pseudodrupa) è simile a un’oliva, giallastro, lungo fino a 2 cm, commestibile benché poco sugoso.

Coltivazione –
L’Olivagno è una pianta molto semplice da coltivare, in quanto dopo essere stato messo a dimora, necessita solo di pochissime cure.
È infatti una pianta molto rustica e resistente al freddo.
Dal punto di vista pedologico preferisce un terreno drenante, e non ha bisogno di annaffiature molto abbondanti. Spesso per la sua sopravvivenza è sufficiente l’acqua piovana.
L’irrigazione va effettuata solo nei primi tempi per favorire l’attecchimento ed al limite solo quando si hanno stagioni particolarmente siccitose durante i periodi più caldi, ma anche durante l’estate è sufficiente darle acqua solo una volta a settimana.

L’ Elaeagnus angustifolia preferisce le posizioni soleggiate, cresce bene anche in mezzombra, e non teme il vento nè gli inverni più rigidi, per quanto possa seccarsi in seguito ad una gelata.
Questa pianta cresce bene anche nelle zone costiere, perché non teme la salsedine. Non ha bisogno di particolari concimazioni se non nella fase di impianto in cui consigliamo di apportare dello stallatico maturo o humus di lombrico nella buca che sarà preparata per ospitare la giovane piantina.
Per la potatura si consiglia di togliere soltanto i rami danneggiati o rinsecchiti lasciando crescere la pianta secondo la sua tendenza naturale.
Volendo, l’ Elaeagnus angustifolia si può coltivare anche in grandi vasi avendo cura di potarlo poi di porlo in una posizione soleggiata.

Usi –
L’Olivagno è un albero utilizzato come ornamentale, in particolare lungo i litorali, dove mostra di adattarsi bene ai venti salsi.
Dal punto di vista ecologico è una pianta che può risultare molto utile in aziende agroecologiche per aumentare l’impollinazione delle specie di insetti.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.