Chrysodeixis chalcites

Chrysodeixis chalcites

La Plusia del pomodoro (Chrysodeixis chalcites Esper, 1789) è un insetto appartenente alla famiglia dei Noctuidae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al:
Dominio Eukaryota,
Regno Animalia,
Sottoregno Eumetazoa,
Superphylum Protostomia,
Phylum Arthropoda,
Subphylum Tracheata,
Superclasse Hexapoda,
Classe Insecta,
Sottoclasse Pterygota,
Coorte Endopterygota,
Superordine Oligoneoptera,
Sezione Panorpoidea,
Ordine Lepidoptera,
Sottordine Glossata,
Infraordine Heteroneura,
Divisione Ditrysia,
Superfamiglia Noctuoidea,
Famiglia Noctuidae,
Genere Chrysodeixis,
Specie C. chalcites.
Sono sinonimi i seguenti termini:
– Phalaena-Noctua chalcites Esper, 1789;
– Plusia verticillata Guenée, 1852;
– Plusia chalcites Esper 1789;
– Phytometra chalcites Esper, 1789;
– Autographa chalcites L.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
La Plusia del pomodoro è una falena che si trova in un areale che va dall’Europa meridionale, dal Levante e dall’Africa tropicale, ma si trova in gran parte dell’Europa perché è una specie migratrice. Recentemente è stata segnalata anche dal Nord America.
I bruchi di questa falena si nutrono di varie piante erbacee, come Echium vulgare, Apium, Rubus (mora), ma anche pomodoro, Fragaria (fragola selvatica) e Tabacco, con preferenza per pomodoro e patata.

Morfologia –
La Chrysodeixis chalcites è una falena che, allo stadio adulto, si riconosce per avere le ali di colore bruno rossastre con delle intense spolverate dorate; caratteristiche sono le due macchie di color bianco argento di forma ovoidale e di simile dimensione. L’apice risulta arrotondato. Le ali posteriori sono di color marrone chiaro contornate da una linea color panna. L’apertura alare è di 35-40 mm.
La larva è lunga fino a 38 mm, di colore verde pallido, con una leggera striscia longitudinale su ogni lato, e con la testa verde. Come per le altre Plusiinae, le due prime pseudozampe sono assenti, per questo motivo si muove inarcandosi.

Attitudine e Ciclo biologico –
La Chrysodeixis chalcites è un insetto le cui larve si nutrono dei tessuti fogliari e, giunte a maturità, si tessono un rado bozzolo bianco entro il quale si incrisalidano.
La specie è migratrice con costumi notturni. Gli adulti volano nel periodo tra aprile e novembre con maggiore frequenza tra luglio e settembre.
Questa falena svolge 3-4 generazioni stanziali.
Le larve attaccano e divorano rapidamente le foglie (ma anche germogli e frutti) di molte specie denudando le piante completamente in poche settimane.
Gli attacchi sono sporadici e sono più frequenti su pomodoro e patata.

Ruolo Ecologico –
La Chrysodeixis chalcites è una specie prevalentemente notturna e polifaga, rintracciabile in moltissimi ambienti.
Nel caso di infestazioni notevoli può essere controllata con prodotti a base di piretro.
Tuttavia per diminuire l’intensità delle infestazioni si consiglia di ricorrere a minori specializzazioni delle coltivazioni, alla rotazione più frequente con colture non attaccate e a tecniche di agroecologia aumentando la biodiversità delle specie coltivate.

Guido Bissanti

Fonti
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Russo G., 1976. Entomologia Agraria. Parte Speciale. Liguori Editore, Napoli.
– Pollini A., 2002. Manuale di entomologia applicata. Edagricole, Bologna.
– Tremblay E., 1997. Entomologia applicata. Liguori Editore, Napoli.

Link per acquistare su Amazon




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *