Come si coltiva la Casuarina comune

Come si coltiva la Casuarina comune

La casuarina comune o casuarina delle spiagge (Casuarina equisetifolia L., 1759) è una pianta della famiglia delle Casuarinaceae originaria dell’Indonesia e dell’Australia sudorientale.
Questa pianta è stata introdotta nelle zone a clima temperato-caldo dell’Europa e coltivata come pianta ornamentale in parchi e giardini.
Le sue strutture riproduttive sono: fiori maschili, in spighe terminali, che porgono con un solo stame ciascuno dai verticilli fogliari che svolgono la funzione di brattee; i fiori femminili hanno un’analoga disposizione, ma i verticilli sono ravvicinali e compattati a formare piccoli coni globosi di 1 cm.
Ha frutti marroni a maturità e sono coni di trimi, cioè di piccole capsule costituite da un guscio legnoso di origine bratteale, che si apre per il lungo in due valve liberando il pericarpio contenente il seme.

Coltivazione –
La casuarina comune è una pianta in grado di colonizzare terreni a elevata salinità tanto che spesso la ritroviamo soprattutto in ambienti litoranei, e in ogni caso non supera mai i 500 metri sul livello del mare.
Questa pianta predilige esposizioni soleggiate e terreni sciolti o sabbiosi, ma può tollerare terreni più compatti e riesce bene anche sui terreni vulcanici.
Per la sua coltivazione in Italia le aree più idonee sono quelle delle regioni meridionali visto che non sopporta temperature inferiori ai 5-7°C.
La casuarina comune resiste invece benissimo sia i venti forti che all’aridità tanto che viene impiegata come pianta pioniera e frangivento, data anche la sua capacità di sopportare la salinità e colonizzare terreni molto poveri consolidando le dune di sabbia.
In altre aree viene impiegata anche a scopo ornamentale, anche grazie alla rapidità di sua crescita.
Dove si coltiva questa pianta, a causa dello sviluppo delle sue radici, non si sviluppano facilmente altre piante e la sua ombra è molto densa. Inoltre a causa degli essudati delle sue radici è una pianta che non si presta alla coltivazione in piccole aree.
Per quanto riguarda le potature la Casuarina equisetifolia non ne ha bisogno anche per mantenere la forma naturale della pianta.
Infine la moltiplicazione.
La casuarina comune si propaga per seme, considerando quanto è veloce lo sviluppo della pianta, anche se si possono preparare delle talee che in genere attecchiscono con grande facilità e dopo una permanenza in vivaio vengono messe a dimora la primavera successiva.
All’impianto si ricorda di porre dei tutori per permettere alla pianta una crescita regolare nei primi anni di vita.
All’impianto è utile porre nella buca che ospita la giovane pianta una parte di sostanza organica in modo da agevolare il rapido accrescimento della pianta nella prima fase.

Usi –
La casuarina comune è una pianta che nelle aree di origine viene utilizzata come pianta pioniera e frangivento. Fuori dal suo areale ha trovato impiego a scopo ornamentale.
Si ricorda, inoltre, che il suo legno di colore rossastro ha un elevato potere calorico.

Acquisto suggerito




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *