Denali

Denali

Il Denali è una montagna degli Stati Uniti situata in Alaska, questa vetta con i suoi 6190 metri d’altezza s.l.m. è la più alta del Paese e dell’intero continente nordamericano nonché la terza al mondo per prominenza.
La storia della toponomastica di questa vetta è alquanto articolata.
Al nome originario, che nella lingua dei nativi athabaskani significa “grande montagna”, nel 1896 fu affiancato quello di “Monte McKinley” come riconoscimento all’allora candidato alla presidenza statunitense William McKinley, che poi venne eletto nello stesso anno.
Successivamente, nel 1917, con l’istituzione del Parco nazionale del Monte McKinley, il governo federale riconobbe ufficialmente il toponimo “Monte McKinley”.
Bisogna arrivare poi nel 1975, anno in cui la Commissione per la toponomastica dell’Alaska ripristinò, a livello statale, il nome “Denali”, chiedendo all’omologo ufficio federale di fare altrettanto.
Si deve arrivare al 31 agosto 2015 quando, per opera del presidente Barack Obama, venne ripristinato il nome di Monte Denali.
Nell’area del monte Denali è stato istituito il Parco nazionale del Denali.

Geografia e morfologia –
Il monte Denali, anche se più basso dell’Everest, si presenta con un profilo più largo e graduale rispetto alla vetta del mondo, questo perché il monte Everest, benché molto più alto in termini assoluti (8848 m sopra il livello del mare), si eleva al di sopra dell’altopiano tibetano, posto a circa 5200 m, sicché il dislivello tra la base e la vetta della montagna risulta pari a circa 3600 m. Di contro la base del Denali si erge su un altopiano elevato in media 700 m, conferendo alla montagna un dislivello effettivo di 5400 m.
Dal punto di vista morfologico il monte Denali ha due vette significative: il vertice sud è quello più alto, mentre il vertice nord ha un’altezza di 5.934 m e una prominenza di circa 387 m. Il vertice nord a volte è considerato un picco separato e talvolta no; è raramente scalato, tranne che da coloro che fanno vie sul versante nord del massiccio. Cinque grandi ghiacciai scorrono dalle pendici della montagna. Il ghiacciaio Peters si trova sul lato nord-ovest del massiccio, mentre il ghiacciaio Muldrow cade dalle sue pendici nord-est. Appena ad est del Muldrow, e confinante con il lato orientale del massiccio, si trova il ghiacciaio Traleika. Il ghiacciaio Ruth si trova a sud-est della montagna e il ghiacciaio Kahiltna sale sul lato sud-ovest della montagna. Con una lunghezza di 71 km, il ghiacciaio Kahiltna è il ghiacciaio più lungo della catena montuosa dell’Alaska.

Fauna –
La regione del Denali ospita una grande varietà d’uccelli (167 specie) e mammiferi (39 specie). Sono presente una notevole quantità di orsi neri e grizzly, alci e lupi, caribù, bighorn bianchi. Proprio per questi ultimi Charles Sheldon, dopo la sua visita nel 1907-1908, propose al congresso degli Stati Uniti di creare una riserva per queste pecore. Altri mammiferi presenti sono linci, ghiottoni, coyote, volpi e castori, mentre tra gli uccelli più noti vi sono grifalchi, aquile reali e aquile di mare testabianca. L’unica specie anfibia è rappresentata dalla rana silvestre.

Flora –
Nei parco attorno al monte Denali si trovano oltre 650 specie di piante che producono fiori, oltre a muschi, licheni, funghi e alghe. La flora di ampie zone del parco è condizionata dalla presenza del permafrost.
Fino agli 800 metri di elevazione, il paesaggio è caratterizzato dalla foresta sempreverde della taiga; oltre, subentra la piccola vegetazione della tundra.
Nel parco non è raro vedere porzioni di taiga in cui gli alberi sono inclinati, ciascuno in una direzione diversa; il fenomeno è dovuto allo scioglimento del permafrost sottostante, ed è stato battezzato drunken forest, foresta ubriaca.

Guido Bissanti




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *