Anchietea pyrifolia

Anchietea pyrifolia

L’Anchietea (Anchietea pyrifolia (Mart.) G.Don) è una specie arborea appartenente alla famiglia delle Violaceae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Plantae, Divisione Magnoliophyta, Classe Magnoliopsida, Ordine Malpighiales, Famiglia Violaceae e quindi al Genere Anchietea ed alla Specie A. pyrifolia.
È sinonimo il termine:
– Anchietea salutaris A.St.-Hil.;
– Noissetia pyrifolia Mart.

Etimologia –
Anchietea genere dedicato al medico ispano-portoghese José de Anchieta (o Anchietta, 1534-1597), naturalista e missionario nello stato di Espirito Santo in Brasile
L’epiteto specifico pyrifolia proviene dall’unione del termine greco πῦρ, πῠρός pyr, pyrós fuoco (per la forma conica dei frutti di questo genere) e da folium foglia; quindi con foglie simili a quelle del genere Pyrus.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
L’ Anchietea pyrifolia è una pianta originaria di un’area compresa tra la Bolivia, il Brasile ed il nord dell’Argentina.

Descrizione –
L’Anchietea è una pianta in forma di liana o di arbusto reclinabile.
Le foglie sono con forma oblunga lanceolata.
I fiori sono unisessuali o bisessuali, riuniti in racemi o fascetti ascellari.
La corolla assume colorazioni variabili dal bianco all’arancio, fortemente zigomorfa, con i petali inferiore più lunghi degli altri e differenziati.
I frutti sono delle capsula a parete molto sottile, simile alla vescica.
All’interno si trovano più semi a forma circolare, fortemente appiattiti.

Coltivazione –
L’ Anchietea pyrifolia è una pianta per lo più spontanea e presente allo stato naturale in un vasto territorio dell’America latina del nord.

Usi e Tradizioni –
L’ Anchietea pyrifolia si caratterizza per la caratteristica dei suoi fiori in cui il petalo anteriore è fortemente asimmetrico, che rappresenta un raro caso di una specie con fiori enantiomorfi impollinati dai Lepidotteri.
Inoltre i fiori maschili rilasciano, su stimolazione tattile, una sostanza viscosa che funge come meccanismo di raccolta del polline utile agli insetti impollinatori.
Per quanto riguarda gli utilizzi, l’ Anchietea pyrifolia viene utilizzata per le sue foglie e le radici nella medicina tradizionale brasiliana, anche se non ci sono dati disponibili in letteratura che dimostrino la sua efficacia e sicurezza.
Per questo motivo sono ancora in corso degli studi per appurare il suo impiego e i relativi effetti.
Sembra che l’utilizzo di questa pianta, in maniera prolungata, riduca l’eliminazione renale di sodio, potassio e cloruro.
A dosi più elevate si sono avute ipotensioni acute significative ma senza influenzare i livelli di pressione sanguigna.
Inoltre, i suoi effetti cardiovascolari sembrano essere correlati con l’attivazione del rapporto potassio/calcio.

Modalità di Preparazione –
Sulla Anchietea pyrifolia esistono ancora pochi studi e ricerche per poter valutare concretamente il suo impiego in campo farmacologico.

Guido Bissanti

Fonti
– Acta Plantarum – Flora delle Regioni italiane.
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Treben M., 2000. La Salute dalla Farmacia del Signore, Consigli ed esperienze con le erbe medicinali, Ennsthaler Editore
– Pignatti S., 1982. Flora d’Italia, Edagricole, Bologna.
– Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, non rappresentano in alcun modo prescrizione di tipo medico; si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.

Acquisto suggerito



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *