Hereford

Hereford

La Hereford è una razza bovina (Bos taurus Linnaeus, 1758) originaria dell’Herefordshire, in Inghilterra, ad attitudine per la produzione di carne.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Animalia, Sottoregno Eumetazoa, Superphylum Deuterostomia, Phylum Chordata, Subphylum Vertebrata, Infraphylum Gnathostomata, Superclasse Tetrapoda, Classe Mammalia, Sottoclasse Theria, Infraclasse Eutheria, Superordine, Laurasiatheria, Clade Ungulata, Ordine Artiodactyla, Sottordine Ruminantia, Infraordine Pecora, Famiglia Bovidae, Sottofamiglia Bovinae e quindi al Genere Bos, alla Specie Taurus ed alla Hereford.

Distribuzione Geografica ed Areale –
La Hereford è una razza bovina molto diffusa che viene allevata, oltre che nella sua patria di origine, l’Inghilterra, negli Stati Uniti, Canada, Messico, America del Sud (dove è molto diffusa in Argentina) ma anche in Israele, Giappone, ed in tutta l’Eurasia, Australia, Nuova Zelanda e nei Paesi dell’Africa (soprattutto in Sudafrica, Zambia e Zimbabwe).
Attualmente esistono più di cinque milioni di pedigree dei bovini di Hereford ora esistono in oltre 50 paesi.

Origini e Storia –
La Hereford è una razza originario dell’Herefordshire, una contea dell’Inghilterra nella regione delle Midlands Occidentali, da dove si è poi diffusa in tutto il mondo.
Storicamente l’ esportazione della razza bovina Hereford partì dal Regno Unito nel 1817, verso gli Stati Uniti, soprattutto Kentucky, da dove fini per diffondersi, oltre che in tutti gli Stati Uniti, nel Canada ed, attraverso il Messico ai grandi paesi del Sud America. Oggi, i bovini Hereford dominano la scena mondiale dall’Australasia alle steppe russe e, come detto, in moltissimi altri Paesi.
Questa razza, pur provenendo da una regione più fredda, come l’Inghilterra, ben presto trovarono grande popolarità soprattutto negli Stati Uniti sud-occidentali, testimonianza della solidità della razza.
Il World Hereford Council ha la sua sede nel Regno Unito ed, attualmente racchiude 17 paesi membri con 20 società Hereford e 10 paesi non membri, con un totale di otto società.

Morfologia –
La Hereford è una razza che si riconosce per avere un mantello di colore rosso più o meno carico con testa bianca.
Presenta, inoltre, pzzature bianche alla gola, giogaia, ventre, collo-garrese-dorso.
Il musello è depigmentato roseo.
Sono animali di statura tendenzialmente ridotta, con altezza al garrese intorno a 135 cm, ma massicci, con un peso vivo delle femmine di 800 Kg e dei maschi di 1200 – 1300 Kg.
Lo scheletro è leggero e coperto di grandi masse muscolari.
Gli arti sono brevi e sottili.
Le corna sono presenti ma brevi, di colore giallognole, orientate in avanti e in basso, ma esistono soggetti acorni (nel ceppo americano).

Attitudine produttiva –
La Hereford è una razza bovina particolarmente adatta al pascolo, sia per rusticità che robustezza e resistenza a molte malattie infettive e parassitarie. E’ una delle razze da carne più importanti al mondo (negli USA è una delle razze da carne più rappresentate). In Italia non viene allevata.
Ha veloci incrementi in carne ed è dotata di buona fertilità e longevità, con pochissimi problemi al parto.
La produzione di carne è abbondante e di ottima qualità (spesso con eccessiva presenza di grasso).
Da precisare che rispetto alla razza Herford inglese originaria, quella cosmopolita, oltre a presentare alcuni animali acorni, è molto più precoce e produttiva.

Guido Bissanti

Fonti-
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Roberto Parigi Bini, 1983. Le razze bovine, Pàtron editore, Bologna.
– Daniele Bigi, Alessio Zanon , 2010. Atlante delle razze autoctone. Bovini, equini, ovicaprini, suini allevati in Italia, Edagricole-New Business Media, Bologna.

Link per acquistare su Amazon




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *