Blonde d’Aquitaine

Blonde d’Aquitaine

La Blonde d’Aquitaine o Garonnese è una razza bovina (Bos taurus Linnaeus, 1758) allevata soprattutto nel sud-ovest della Francia, per la produzione di carne.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Animalia, Sottoregno Eumetazoa, Superphylum Deuterostomia, Phylum Chordata, Subphylum Vertebrata, Infraphylum Gnathostomata, Superclasse Tetrapoda, Classe Mammalia, Sottoclasse Theria, Infraclasse Eutheria, Superordine, Laurasiatheria, Clade Ungulata, Ordine Artiodactyla, Sottordine Ruminantia, Infraordine Pecora, Famiglia Bovidae, Sottofamiglia Bovinae e quindi al Genere Bos, alla Specie Taurus ed alla Blonde d’Aquitaine.

Distribuzione Geografica ed Areale –
La Blonde d’Aquitaine è una razza bovina francese che comprende la Garronese, la Blonde dei Pirenei e la Quercy. Questa razza viene allevata, soprattutto al pascolo, in particolar modo nel sud-ovest della Francia e con una limitata presenza anche in Italia.

Origini e Storia –
La Blonde d’Aquitaine è una razza originaria dell’Aquitania, una regione storica nell’angolo Sud-occidentale della Francia, al confine con la Spagna e l’Oceano Atlantico.
L’area di allevamento originaria era quindi quella del Massiccio Centrale della Francia dove attualmente viene allevata anche se con delle presenze limitate anche in Italia, anche se la quasi totalità dei capi nasce nella zona dei Pirenei, da dove partono per essere poi trasferiti in Italia a termine dello svezzamento (5/6 mesi).
La Blonde d’Aquitaine o Garronese è una razza che è stata ottenuta negli anni dopo vari incroci tra bovini diversi.

Morfologia –
La Blonde d’Aquitaine si riconosce per avere un mantello con una colorazione bianco panna, fomentino o tendente al rossiccio, con varie tonalità.
Le femmine possono arrivare ai 700-800 kg con altezza al garrese di 138-143 cm ed i maschi possono pesare 1.200-1.300 kg, con altezze al garrese di 145-150 cm.
Presenta mucose depigmentate rosee, con corna corte e giallastre.
La testa è piccola, la fronte larga ed il tronco molto lungo e muscoloso.

Attitudine produttiva –
La Blonde d’Aquitaine è una razza caratterizzata da un’ottima attitudine alla produzione di carne, con accrescimenti molto elevati nel primo anno di vita e con produzione di latte più che sufficiente per il vitello.
La carne che questa razza produce è molto pregiata in quanto è costituita da fibre muscolari molto sottili, che conferiscono alla carne una delle proprietà più ricercate dai consumatori, ovvero la tenerezza.
Un’altra caratteristica di questi bovini è quella di avere un’ossatura molto sottile, che aumenta la resa Kg ossa/Kg carne favorendo così sia l’allevatore che il produttore oltre che il consumatore.
Si tratta di animali vivaci che consumano molta energia e che producono un grasso bianco-candido in porzioni distinte dal muscolo cosicché la carne che ne deriva si presenta magra e contornata dal bianco del grasso. Inoltre presenta carattere “culard” o semi-culard” nel 30% circa dei soggetti.
In generale questa razza ha una buona adattabilità alle diverse condizioni di allevamento, buona fertilità, con vitelli pesanti ma generalmente non presenta problemi al parto e buona longevità.
Inoltre, spesso, i tori di Blonde vengono usati, con ottimi risultati, nell’incrocio su vacche di diverse razze.

Guido Bissanti

Fonti-
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Roberto Parigi Bini, 1983. Le razze bovine, Pàtron editore, Bologna.
– Daniele Bigi, Alessio Zanon , 2010. Atlante delle razze autoctone. Bovini, equini, ovicaprini, suini allevati in Italia, Edagricole-New Business Media, Bologna.

Link per acquistare su Amazon




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *