Tricholoma caligatum

Tricholoma caligatum

Il Tricholoma caligatum (Tricholoma caligatum (Viv.) Ricken, 1914) è un fungo basidiomicete appartenente alla famiglia delle Tricholomataceae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Fungi, Divisione Basidiomycota, Classe Basidiomycetes, Ordine Agaricales, Famiglia Tricholomataceae e quindi al Genere Tricholoma ed alla Specie T. caligatum.
Sono sinonimi e binomi obsoleti i termini: Agaricus caligatus Viv., Armillaria caligata (Viv.) Gillet e Sphaerocephalus caligatus (Viv.) Raithelh.

Etimologia –
Il termine Tricholoma proviene dal greco ϑρίξ, τριχóϛ thríx, trichόs capello, pelo, treccia e da λῶμα loma orlo: con peluria lungo l’orlo. L’epiteto specifico caligatum viene dal latino caliga, che significa calzare, per il gambo rivestito dai residui del velo generale.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
Il Tricholoma caligatum è un fingo che cresce gregario nei boschi di conifere o misti, ma soprattutto nelle pinete. Il periodo di fruttificazione è normalmente tra l’estate e l’autunno ma può ritrovarsi anche nel periodo tra maggio-giugno.

Riconoscimento –
Questo fungo si riconosce per avere un cappello di 8-20 cm di diametro, inizialmente emisferico, poi convesso, infine appianato e debolmente umbonato, con orlo involuto unito al gambo nel giovane da residui di velo, è coperto da grosse squame irregolari bruno rugginose con lacerazioni fibrilloso lanose su sfondo biancastro; nel fungo adulto il margine del cappello è ornato da residui appendicolati derivanti dalla lacerazione del velo. La cuticola è asportabile.
Le lamelle sono fitte, adnato-arrotondate, biancastre, imbrunenti al tocco.
Il gambo misura 9-20 cm di altezza e 2-3 cm di spessore, di forma cilindrica, pieno, bianco al di sopra dell’anello, al di sotto dell’anello è ricoperto di squame che gli conferiscono un aspetto “marmorizzato”, concolore al cappello.
L’anello è di colore biancastro, largo, membranoso.
La carne è bianca, soda, fibrosa nel gambo, con odore gradevole di formaggio Camembert e sapore amarognolo.
Al microscopio si notano delle spore bianche, ovali, o lievemente ellittiche, lisce, di 6-8 x 4-5,5 µm.

Coltivazione –
Questo fungo, a differenza del Tricholoma caligatum var. nauseo sum, che è una varietà di T. caligatum non viene coltivato.

Usi e Tradizioni –
Il Tricholoma caligatum è un fungo il cui nome specifico non può non farci ricordare l’imperatore Gaio Cesare che calzò, fin da bambino, le calighe e per questo fu soprannominato Caligola “piccola caliga”.
Per quanto riguarda la sua commestibilità è un fungo edule ma sconsigliato per il sapore amarognolo un po’ forte e pertanto non da tutti apprezzato. Inoltre un consumo eccessivo tende a causare nausea. Questo fungo emana un odore forte di formaggio Camembert. Sostanzialmente, comunque, si tratta di un fungo dalle scarsissime qualità organolettiche e vista anche la sua rarità è meglio non raccogliere per salvaguardare i delicati ecosistemi dei boschi dove cresce.
Ricordiamo, inoltre, che il “Tricholoma caligatum var. nauseo sum” è una varietà di T. caligatum molto conosciuta ed apprezzata in Giappone, dove è nota con l’appellativo di Tricholoma matsutake .

Modalità di Preparazione –
Questo fungo rientra tra i funghi eduli anche se non apprezzato da tutti. Ha invece una buona resa nella conservazione sott’ olio. In ogni caso, vista la sua rarità se ne sconsiglia la raccolta.

Guido Bissanti

Fonti
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Cetto B., 2008. I funghi dal vero, Saturnia, Trento.
– Pignatti S., 1982. Flora d’Italia, Edagricole, Bologna.
– Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, non rappresentano in alcun modo prescrizione di tipo medico; si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.

Acquisto suggerito

Acquisto suggerito



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *