Hygrocybe coccinea

Hygrocybe coccinea

L’Hygrocybe coccinea, in inglese Scarlet Waxcap (Hygrocybe coccinea (Schaeff.: Fr.) Kummer) è un basidiomicete appartenente alla famiglia delle Hygrophoraceae.

Sistematica –
Dal punto di vista sistematico appartiene al Dominio Eukaryota, Regno Fungi, Divisione Basidiomycota, Classe Basidiomycetes, Ordine Agaricales, Famiglia Hygrophoraceae e quindi al Genere Hygrocybe ed alla Specie H. coccinea.

Etimologia –
Il termine Hygrocybe proviene dal greco ὐγρόϛ hygrόs umido e da κύβη cýbe testa, cappello: con il cappello umido. L’epiteto specifico coccinea deriva da cóccinus scarlatto: per il suo colore scarlatto.

Distribuzione Geografica ed Habitat –
L’Hygrocybe coccinea è un fungo che cresce gregario nel periodo autunnale nei prati e pascoli umidi e nelle radure specialmente dei boschi di montagna.

Riconoscimento –
L’Hygrocybe coccinea si riconosce per il suo cappello, delle dimensioni di 2–5 cm di diametro, campanulato, poco carnoso, di un colore intenso rosso-ciliegia o rosso-sangue, non molto viscido. Le lamelle hanno una colorazione rosso ciliegia o arancione, giallastre sul tagliente; distanziate, adnate o decorrenti sul gambo con un dente. Il gambo è cilindrico, spesso compresso, cavo, liscio, dello stesso colore del cappello, ma con tonalità più gialle verso la base, è lungo 3–8 cm e spesso 5–8 mm. La carne è di colore rosso-giallognola, acquosa, fragile, con odore fungino gradevole e sapore mite e delicato. Al microscopio si notano delle spore bianche in massa, ellittiche o ovali, di 8-10 x 4-5 µm; i basidi sono tetrasporici.

Coltivazione –
L’Hygrocybe coccinea non è un fungo coltivato.

Usi e Tradizioni –
È un fungo piuttosto comune e di facile individuazione per via del colore rosso vivo del carpoforo. Le possibili somiglianze si hanno con Hygrocybe miniata (Fr.: Fr.) P. Kumm., che ha toni più aranciati, Hygrocybe punicea (Fr.: Fr.) P. Kumm. che ha cappello molto conico, lame molto aranciate, gambo interamente arancione, Hygrocybe reidii Kühner, che ha margine giallo ondulato e gambo liscio bicolore giallo in basso via via più arancio verso la sommità.
Questo fungo in alcune regioni vengono chiamati cappelli di cera colorata, per il caratteristico aspetto untuoso e brillante della cuticola.
Pur se di dimensioni esigue e quindi di resa piuttosto scarsa, molti cercatori lo raccolgono comunque per consumarlo nel misto. In ogni caso se ne sconsiglia la raccolta ai meno esperti in quanto potrebbe essere confuso con pericolosi cortinari di piccole dimensioni e di colore rossiccio oppure ocraceo-rosso mattone.
È un fungo di buona commestibilità ma di resa molto scarsa, per cui si consiglia di consumarlo nel misto.

Modalità di Preparazione –
L’Hygrocybe coccinea, sia per la consistenza della carne che per la resa molto scarsa, se è stata raccolta, e si è certi della sua individuazione, può essere consumata in misto di funghi ed in svariate preparazioni.

Guido Bissanti

Fonti
– Wikipedia, l’enciclopedia libera.
– Cetto B., 2008. I funghi dal vero, Saturnia, Trento.
– Pignatti S., 1982. Flora d’Italia, Edagricole, Bologna.
– Conti F., Abbate G., Alessandrini A., Blasi C. (a cura di), 2005. An annotated checklist of the Italian vascular flora, Palombi Editore.

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a mero scopo informativo, non rappresentano in alcun modo prescrizione di tipo medico; si declina pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.

Acquisto suggerito



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *