Mappa geografica del Canada

Mappa geografica del Canada

Il Canada è una monarchia parlamentare federale situata nell’America del Nord, delimitata dall’oceano Atlantico a est, dall’oceano Pacifico e dallo Stato statunitense dell’Alaska a ovest, dal mar Glaciale Artico a nord e dagli Stati Uniti d’America a sud. Comprende dieci province e tre territori. Il Canda, dopo la Russia è il secondo stato più esteso del mondo, coprendo 9.984.670 km² (di cui 9.093.507 km² di terra e 891.163 km² di acqua) e il suo confine con gli Stati Uniti d’America, che misura 8.893 km è il più lungo del mondo separante due Stati.
Il Canada ha una geografia molto varia in quanto occupa una vasta parte del continente nordamericano (41%).
Il Canada copre un territorio compreso tra l’Oceano Pacifico ad ovest e l’Oceano Atlantico ad est e tra gli Stati Uniti d’America a sud e a nord-ovest (con l’Alaska), e l’Oceano Artico a nord.
Inoltre dal 1925 il Canada rivendica la proprietà della porzione di Artide compresa tra i 60° ed i 141°O rispetto al Polo Nord; questa richiesta però non è universalmente riconosciuta.
Il polo nord magnetico giace all’interno dei confini canadesi, ma recenti misure indicano che si sta spostando verso la Siberia.


Il Canada possiede un’ampia varietà di regioni fisiche e di ecosistemi, tra cui molti territori marittimi, e la linea di costa più lunga del mondo (202.080 km). Il paese si estende in senso longitudinale per 5600 km ed è attraversato da ben sei fusi orari; ovviamente, anche il clima, i paesaggi e gli insediamenti sono molto differenti. Tuttavia, i territori a nord del circolo polare artico sono in pratica disabitati, così come lo Scudo canadese che occupa circa la metà del paese.
Tra le catene montuose ricordiamo quella degli Appalachi che si estende dall’Alabama, nel sud degli Stati Uniti d’America, fino alla penisola Gaspé, le province atlantiche ed il Quebec, creando sistemi collinari e vallate in cui scorrono vari fiumi.

Importante per i suo aspetti climatici, naturalistici ed idrografici è la regione meridionale del Quebec e dell’Ontario, che comprende la zona dei Grandi Laghi ed il bacino del fiume San Lorenzo, è una pianura sedimentaria particolarmente ricca. Prima della colonizzazione e dello sviluppo delle città avvenuto particolarmente nel XX secolo, quest’area ospitava grandi foreste miste che coprivano quasi interamente il suolo pianeggiante tra lo scudo canadese e gli Appalachi. Gran parte di queste foreste sono state tagliate per lasciare posto all’insediamento ed all’agricoltura, ma le restanti zone sono ora protette.
Un tempo la fauna selvatica era la grande risorsa di queste regioni, fornendo ai nativi sostentamento e pelli da commerciare. Inoltre, fin dalla fine del XIX secolo le risorse minerarie sono sfruttate, mentre il taglio del legname e la selvicoltura sono la spina dorsale dell’economia della zona.
Il Canada possiede grandi riserve d’acqua: il 7% dell’acqua dolce del mondo, ed il terzo ammasso di ghiacciai del mondo, dopo l’Antartide e la Groenlandia. Grazie alle glaciazioni il Canada ospita più di due milioni di laghi: di quelli interni al Canada, più di 31.000 hanno una superficie compresa fra 3 e 100 km², mentre 563 sono più grandi di 100 km².

Link per acquistare su Amazon



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *